huawei

Un funzionario di alto livello che fa parte dello staff del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha confermato che l’ordine interno è di trattare Huawei come se fosse ancora nella lista nera, nonostante i giorni scorsi il Presidente Usa Donald Trump ha ipotizzato che il bando potesse essere tolto e che l’azienda ha la possibilità di intrattenere business con le controparti americane.

La notizia è stata riportata da Reuters e arriva pochi giorni dopo la chiusura del summit del recente G20 in Giappone, durante il quale Trump ha dato segnali di apertura al Presidente della Cina Xi Jinping ipotizzando che le aziende negli States potessero vendere prodotti a Huawei.

Questo avrebbe permesso al brand cinese di riprendere i rapporti dopo che a maggio era stata inserita nella Entity List, che si traduce in un bando delle aziende elencate (praticamente solo Huawei in tutte le sedi mondiali) nell’intrattenere rapporti commerciali con le società negli States senza permessi speciali come tutela della sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Precisazioni su Huawei

I commenti di Trumpo al G20 hanno però creato confusione, non sono stati particolarmente chiari o strategici e non hanno di fatto aperto le porte a Huawei ma solo dato adito a una situazione ambigua. Tant’è che John Sonderman, Deputy Director of the Office of Export Enforcement in forze al Commerce Department’s Bureau of Industry and Security (BIS), ha acclarato che il brand cinese deve essere trattato come se fosse ancora inserito nella black list. E di fatto lo è: la Entity List non è mai stata emendata e quindi in vigore.

L’altra grande questione che dovrà essere affrontata riguarda i danni indotti al business delle aziende americane, che non possono intrattere rapporti con il secondo produttore al mondo di smartphone. Le potenziali perdite e il mancato raggiungimento del fatturato previsto potrebbero essere gli elementi su cui strutturare un’azione di lobbying da parte delle società nei confronti dell’Amministrazione Trump al fine di eliminare il bando.

Allo stato attuale il bando su Huawei è sospeso per i prodotti già in commercio fino al 19 agosto. Dopo questa data, non ci sono notizie di cosa potrebbe succedere.