Google wifi
BIG IMS21

Negli ultimi tempi le nostre case sono diventate più movimentate che mai: lavoriamo, seguiamo lezioni e didattica a distanza, ci intratteniamo con film e videogiochi, facciamo addirittura esercizio fisico in salotto. Ma siamo diventati anche molto più esigenti in quanto a rete Wi-Fi, che, quando non funziona, è fonte di incredibile frustrazione. Per fare in modo che sempre più persone godano della copertura Wi-Fi di cui hanno bisogno, Google ha  ridotto il prezzo di Google Wifi. A partire da oggi, la confezione da 3 unità, che copre abitazioni più grandi di 255 metri quadri, costa 199,99 €. La confezione singola costa 99,99 € e offre copertura fino a 85 metri quadri per punto di accesso. È compatibile con Nest Wifi, che dal canto suo include tutti i vantaggi del modello originale e lo migliora grazie a un potente router e un punto di accesso Wi-Fi con l’Assistente Google, il tutto gestibile direttamente dall’app Google Home. 

Indipendentemente dalla configurazione che scegliete, ecco alcuni consigli del responsabile di prodotto per la connettività di Google Nest, Pushkar Sharma, per ottenere il massimo dal vostro Wi-Fi di casa. 

Assicuratevi che il router sia aggiornato 

Se il vostro router ha più di 3 o 4 anni, verificate che supporti i segnali WiFi a 5 GHz. Alcuni router più vecchi supportano solo i segnali a 2,4 GHz e questo può rallentare i dispositivi. Li potremmo paragonare a un’automobile che non è abbastanza veloce per viaggiare su una superstrada. Aggiornate il router con un sistema che abbia almeno lo standard 802.11ac, in modo da poter usare anche le frequenze a 5 GHz, che sono come le autostrade del Wi-Fi (con più corsie e limiti di velocità maggiori). 

Proteggete sempre la rete con una password 

Installare una “rete aperta” senza password potrebbe anche sembrare comodo, perché non è necessario ricordare una password complicata. Ma se lo fate, chiunque passi vicino a casa vostra potrebbe sfruttare il vostro WiFi per entrare nella vostra rete e compromettere i dispositivi connessi e i dati accedendo alle unità disco o rallentando la stessa rete. Scegliete una password efficace, che potete ricordare facilmente ma che sia difficile da indovinare per chiunque altro. 

Create una rete Wi-Fi separata per gli ospiti 

Se avete bambini o siete soliti ricevere ospiti, è probabile che abbiate condiviso la password molte volte. Configurando una rete “ospite” potete creare una seconda rete WiFi in casa a disposizione esclusivamente di chi viene a trovarvi, mentre i vostri dispositivi resteranno privati e al sicuro. 

Assegnate la larghezza di banda in base a dove ne avete bisogno 

Abbiamo assistito a un notevole aumento di persone che vanno online per lavorare, studiare, fare acquisti o giocare. Questo significa che le reti dei provider di servizi Internet sono sempre più congestionate, provocando rallentamenti generali della rete e buffering nelle videochiamate. Il problema può peggiorare ulteriormente se molti dispositivi e servizi richiedono larghezza di banda nello stesso momento. 

Molti router moderni oggi consentono di verificare quanta larghezza di banda viene utilizzata dai vari dispositivi e servizi, identificando quelli che richiedono più risorse. In Google Nest vi diamo anche la possibilità di assegnare la priorità a un determinato dispositivo e persino di ottimizzare automaticamente delle attività specifiche, come le videoconferenze o i videogiochi, per aiutarvi a ottenere la migliore esperienza possibile minimizzando gli eventuali problemi della rete. 

Google Wifi è disponibile a partire da oggi su Google Store e online su Mediaworld e Unieuro