Il titolo dell’evento non lasciava spazio a dubbi: Made by Google. Un’ora intensa di annunci tra tablet convertibili, smart display, nuovi smart speaker e gli attesissimi Pixel 3. In Italia arriveranno solo questi ultimi due, almeno per il momento, nelle due varianti con display da 5,5″ e 6,3″ (XL).

Anche la terza generazione degli smartphone flagship di Big G rispecchiano la filosofia di base: offrire il meglio dei servizi e dell’esperienza pura di Google in un telefono, ora anche grazie all’intelligenza artificiale per un utilizzo ancora più semplice, funzionale e divertente.

Fotografie super

Così come sulla generazione precedente, anche sui Pixel 3 particolare attenzione è stata riservata al reparto fotografico.

Ecco come la fotocamera è migliorata ancora:

  • Sorrisi senza occhi chiusi: la funzione “Scatto migliore” utilizza l’intelligenza artificiale per immortalare la foto perfetta in ogni occasione. Quando si scatta una foto in movimento, questa funzionalità scatta foto alternative in Hdr+, per poi suggerire la migliore, anche se non era esattamente quella dell’istante in cui è stato premuto il tasto, in cui tutti sorridevano e guardavano l’obiettivo. Scatto migliore, infatti, cerca automaticamente la migliore offrendo la possibilità di salvarla.
  • Zoom: quando si esegue lo zoom su una fotocamera, l’immagine spesso risulta sgranata. Lo zoom ad alta definizione è una tecnologia della fotografia computazionale, tradizionalmente usata nel campo dell’astronomia e della fotografia scientifica, che offre dettagli nitidi quando si esegue lo zoom.
  • Poca luce: Pixel 3 permette di scattare foto dall’aspetto naturale anche in ambienti con poca luce ambientale e senza flash. La modalità “Foto notturna” (in arrivo) permette di scattare foto luminose, dettagliate e colorate anche intorno a un falò in spiaggia o di fare selfie di notte.
  • Senza selfie stick: con la funzionalità “Selfie di gruppo” è possibile includere il 184% di spazio in più nella foto per riprendere anche gli amici e lo sfondo.
  • Scatto automatico: La modalità “Cogli l’attimo” sfrutta l’intelligenza artificiale per identificare quando si sta sorridendo o facendo un’espressione buffa, lo smartphone scatta la foto in automatico senza toccare lo schermo. In questo modo le foto saranno più spontanee.
  • Ritratti: le foto in modalità “Ritratto” consentono di modificare la sfocatura dello sfondo e scegliere cosa mettere a fuoco dopo averla scattata. Google Foto può anche far risaltare il soggetto della foto lasciandolo a colori e virando lo sfondo al bianco e nero.
  • Creatività: con Playground si aggiunge un tono creativo a foto, selfie e video aggiungendo elementi quali supereroi preferiti, adesivi animati e sottotitoli divertenti. Per festeggiare il decimo anniversario dei Marvel Studios, tra i filtri sono stati inclusi i personaggi animati dell’universo dei film Marvel (in esclusiva su Pixel).
  • Video: per filmare soggetti oppure oggetti in movimento, come un bambino che gattona o un animale, la funzionalità “Messa a fuoco in movimento” si assicura che la fotocamera di Pixel 3 mantenga automaticamente la messa a fuoco si registra. In occasione di video selfie, Pixel 3 provvede a stabilizzare la fotocamera frontale.

Storage per foto e video

Con Pixel 3 è possibile conservare gli scatti e video in uno spazio di archiviazione illimitato e gratuito per foto e video alla risoluzione originale: basta eseguire il backup su Google Foto. Per entrare un po’ più nel dettaglio del reparto fotografico dei Pixel 3, diciamo che sulla parte posteriore è presente un singolo sensore da 12,2 Mpixel f/1.8 con lunghezza focale di 28 mm, stabilizzatore ottico e messa a fuoco dual pixel con rilevamento di fase (Pdaf). Di fianco trovano posto i due led flash.

I selfie possono contare sulla doppia fotocamera da 8 Mpixel anteriore (f/1.8 f/2.2 ultrawide) anche in questo caso con Pdaf. La risoluzione massima dei video è 4K/30 fps mentre il super slow motion è assicurato a 240 fps a 720p; in Full HD si arriva a 120 fps. La stabilizzazione dei video è di tipo elettronica basata sulle informazioni del giroscopio.

Assistente con IA

L’intelligenza artificiale dei Pixel 3 mette a disposizione una serie di nuove funzioni. Per esempio, è possibile ottenere informazioni sui programmi che si stanno guardando oppure effettuare la scansione e tradurre un testo, trovare vestiti simili a quelli che si indossano o identificare piante o animali. Per fare tutto ciò basta tenere premuto il tasto della fotocamera e attivare Google Lens. Inquadrando con la fotocamera un’informazione da ricordare o che non si ha il tempo di digitare, come un URL, un codice QR su un volantino o un indirizzo email su un biglietto da visita, Google Lens suggerisce cosa fare, come ad esempio creare un nuovo contatto.

Benessere digitale

Con Pixel 3 è integrata la funzione Benessere digitale, una suite di strumenti che aiuta a trovare un equilibrio di utilizzo della tecnologia. Include una dashboard per aiutare a capire come si usa il telefonino, oltre alla possibilità di stabilire i limiti di tempo per app specifiche e una nuova modalità Relax per aiutare ad andare a dormire virando i colori del display sulla scala di grigi. Inoltre, quando non si vuole essere disturbati da squilli o notifiche, è sufficiente capovolgere il telefono per attivare la modalità Shhh: sarà attivato automaticamente il Non disturbare e le distrazioni saranno ridotte al minimo.

Ricarica wireless

Nella confezione di Pixel 3 è incluso un caricabatterie rapido da 18 W, che con 15 minuti di ricarica arriva a fornire 7 ore di utilizzo. Con la tecnologia della batteria adattiva, che si basa sull’intelligenza artificiale, Pixel 3 dà la priorità alle app più importanti in modo che la batteria arrivi a completare l’intera giornata di utilizzo.

Insieme a Pixel 3, Google ha presentato anche Pixel Stand, il nuovo caricabatterie wireless conforme allo standard Qi (venduto separatamente). Mentre è in carica su Pixel Stand, il telefono si trasforma in un’esperienza visiva e audio, grazie alla tecnologia dell’Assistente Google. Dunque, può rispondere alle domande, fare ascoltare musica, controllare i dispositivi smart della casa, trasformarsi in una cornice digitale quando non è in uso e molto altro ancora. Se si imposta la sveglia, lo schermo si illuminerà gradualmente 15 minuti prima che suoni, per simulare l’alba e aiutarvi a svegliarvi in modo naturale.

Caratteristiche tecniche

La scocca di Pixel 3 è certificata IP68, mentre la novità è rappresentata dal chip di sicurezza progettato da Google chiamato Titan M che si occupa di proteggere le credenziali di sblocco, la crittografia dello spazio di storage, i dati delle app e l’integrità del sistema operativo.

I nuovi Pixel 3 sono affidati al sistema operativo Android 9 Pie animato dalla piattaforma Qualcomm Snapdragon 845 assistito da 4 GB di Ram e fino a 128 GB di storage. I due modelli integrano display da 5,5″ (1.080 x 2.160 pixel, batteria da 2.915 mAh) e 6,3″ (1.440 x 2.960 pixel, batteria da 3.430 mAh).

Entrambi sono proposti in tre colori: nero, bianco e rosa. Le stesse funzionalità sono presenti sui telefoni di entrambe le misure e la confezione include auricolari Usb-C e un adattatore per cuffie da Usb-C a 3,5 mm. Pixel 3 è dotato di due altoparlanti frontali. Attivando gli smartphone entro il 31 dicembre 2018 si ottengono 6 mesi gratuiti di YouTube Music Premium.

Prezzi e disponibilità

I nuovi Pixel 3 e Pixel 3 XL nelle tre varianti di colori sono già disponibili in pre-order per l’Italia. La distribuzione effettiva inizierà il prossimo 2 novembre, data nella quale saranno anche messi in vendita su Google Store. I prezzi:

Pixel 3:

  • 64 GB: 899 euro
  • 128 GB: 999 euro

Pixel 3 XL:

  • 64 GB: 999 euro
  • 128 GB: 1.099 euro

Accessori:

  • Pixel Stand (charger wireless): 79 euro
  • Cover (4 colori: Antracite, Indaco, Grigio e Rosa): 45 euro
  • My cover (cover personalizzata): 50 euro
  • Earbuds (Auricolari Usb-C per Google Pixel inclusi di serie con i Pixel 3): 35 euro

10 cose fondamentali da conoscere sui nuovi Google Pixel 3