WhiteShark

Tenere l’utente al sicuro online è nel Dna di Chrome, questa la rassicurazione di Google. Oltre a fornire solide protezioni predefinite, Big G si propone di assicurare l’accesso a controlli intuitivi e utili in modo che sia possibile fare le scelte migliori per ciascuna esigenza. Per questo, la società di Mountain View ha presentato nuovi strumenti e un restyling delle impostazioni di privacy e sicurezza di Chrome su desktop.

Google propone controlli più intuitivi

Grazie a questa riprogettazione, i controlli sono ancora più facili da trovare e capire, con etichette ed elementi visivi semplificati:

https://lh4.googleusercontent.com/5C-bPo5CpynaM1XpbOByEMERRi3ea0v-PWhvD6kqB_3Y0NNrgms36_D4X5Pc2IwhW0Hd0kmTMsHCVD00LkCKiAE7xiBklMNsW9o_qvg982TdzeHModS5alqJHPxN0Vd0kKaaIKox
  • Gestire i cookie è diventato più semplice. Quando si visita un sito web, è possibile scegliere se consentire l’utilizzo dei cookie e in quale modo: sono disponibili opzioni per bloccare i cookie di terze parti sia nella navigazione normale sia nella modalità in incognito, o anche di bloccare tutti i cookie su alcuni o tutti i siti web. 
  • In Impostazioni sito sono stati riorganizzati i controlli in due sezioni distinte per facilitare l’individuazione delle autorizzazioni più sensibili per i siti web: l’accesso alla posizione, la fotocamera o il microfono e le notifiche. In una nuova sezione sono anche evidenziate le attività più recenti relative alle autorizzazioni.
  • Nella posizione superiore delle impostazioni di Chrome, è visibile la sezione “Tu e Google” (chiamata in precedenza “Persone”), dove si possono trovare i controlli per la sincronizzazione. Grazie a questi è possibile decidere quali dati volete condividere con Google affinché siano memorizzati nel vostro Account Google e disponibili in tutti i vostri dispositivi.
  • Poiché molte persone eliminano regolarmente la cronologia di navigazione, abbiamo spostato il controllo “Cancella dati di navigazione” nella parte superiore della sezione Privacy e sicurezza.  

La sicurezza in Chrome 

https://lh6.googleusercontent.com/UaYeZcEv_32nfcErLRRGsYr3Aaj6ncXNjUC9yvwXrawGMkGhP8fv0IMTrizNd_S4q53cwMV9aBPFZF5TREFwwsehACY3-j7Xmav_FrYS88ljNbX0NCjWlkEw2mlUZPBbGS2PMUeq

Con il nuovo controllo di sicurezza nelle impostazioni è possibile avere una rapida conferma se la vostra esperienza su Chrome è sicura.

  • Il nuovo strumento visualizza se le password memorizzate in Chrome sono state compromesse e, se così fosse, indica come risolvere il problema. 
  • Segnalerà se Navigazione sicura, la tecnologia di Google che avvisa prima di visitare un sito pericoloso o di scaricare un’app o un’estensione dannosa, è disattivata. 
  • Lo strumento di controllo della sicurezza dispone anche di un nuovo modo per verificare se la versione di Chrome è aggiornata con le protezioni di sicurezza più recenti. 
  • Se sono installate estensioni dannose, è segnalato dove trovarle e come rimuoverle. 

Cookie e navigazione in Incognito

https://lh6.googleusercontent.com/wgaTUKMXhj-4W4dN8Wk5YFJKyEtt5byrpqNDCHX4o7G8-u32Y1Sb8RzVpxcCPEr8vqGsPhT4k8dLjQ7isaDtNvRJ1SjZVGPqf55tIcnKSO0Urudel89g3iu8zxa5xLyDi0t7ChQj

Nella modalità di navigazione in incognito, utile quando si vuole un’esperienza di navigazione più privata, Chrome non salva la cronologia di navigazione, le informazioni inserite in campi e moduli o i cookie dei browser. Pur continuando nel progetto a lungo termine per rendere il Web più privato e sicuro con l’iniziativa Privacy Sandbox, Google ha nel frattempo rafforzato le protezioni per la navigazione in incognito. Oltre a eliminare i cookie ogni volta che si chiude la finestra del browser in incognito, il browser inizia anche a bloccare per impostazione predefinita i cookie di terze parti in ogni sessione di navigazione in incognito: un controllo ben visibile nella pagina Nuova scheda. Sarà possibile consentire i cookie di terze parti per siti specifici facendo clic sull’icona a forma di “occhio” sulla barra degli indirizzi. Questa funzionalità sarà applicata gradualmente, iniziando dai sistemi operativi desktop e Android.

La nuova modalità per le estensioni

Con l’aggiornamento di Chrome è mostrata una nuova icona a forma di puzzle per le estensioni sulla barra degli strumenti. È un modo pratico per tenere in ordine la barra degli strumenti e offre un maggiore controllo sui dati a cui accedono le estensioni sui siti che si visitano. Anche con questa aggiunta, è sempre possibile posizionare sulla barra degli strumenti le estensioni preferite. 

Protezione avanzata di Google e Dns sicuro

Google ha realizzato due principali upgrade della sicurezza che si possono attivare. Il primo è la protezione avanzata di Navigazione sicura, che offre protezioni più proattive e personalizzate contro phishing, malware e altre minacce presenti sul Web. Attivando la protezione avanzata di Navigazione sicura, Chrome controlla in modo preventivo se le pagine e i download sono pericolosi inviando informazioni a Google Navigazione sicura. Se avete eseguito l’accesso, Chrome e altre app Google (come Gmail o Drive, ad esempio) adotteranno un sistema di protezione in base a una visione olistica delle minacce che si incontrano sul Web e degli attacchi verso l’account Google. Nel corso del prossimo anno Google prevede di estendere questa modalità, inclusi avvisi specifici per i siti di phishing e il download di file e avvisi condivisi tra prodotti.

https://lh3.googleusercontent.com/a8kU0JjNMyWBYnn2-HLpp4264TuJSJtgpmEacndOtV8a6ebbjDywUeBlkLTBaKtdaCZVqVYOyUtIHXTTV_-rASh_erSWpFvGEpu0l0d9d8NHROt4MMssc1z9nULbR4WOboGTdVkg

Sarà inoltre attivato un servizio di Dns sicuro, una funzionalità progettata per migliorare la sicurezza e la privacy mentre si naviga sul Web. Quando si accede a un sito web, il browser deve innanzitutto determinare quale server lo ospita tramite un’operazione chiamata “Ricerca Dns” (Domain Name System, sistema dei nomi di dominio). La funzionalità Dns sicuro di Chrome utilizza il protocollo Dns-over-Https per criptare questo passaggio, allo scopo di impedire agli utenti malintenzionati di osservare quali siti sono visitati o di indirizzare l’utente su siti di phishing. Se supportato dal provider di servizi Internet, Chrome utilizzerà automaticamente il protocollo Dns-over-Https come impostazione predefinita. E’ anche possibile configurare un provider Dns sicuro diverso nella sezione Sicurezza avanzata oppure disattivare del tutto la funzionalità. 

Questi nuovi aggiornamenti e funzionalità, incluse le impostazioni di privacy e sicurezza progettate, saranno disponibili in Chrome sulle piattaforme desktop nelle prossime settimane.

buddyphone