Gli smartphone 2018 hanno il dorso in vetro: vi spieghiamo perché

Oltre al display “allungato” da 18:9 e al notch in stile iPhone X, l’altro grande tema che si sta sviluppando sugli smartphone 2018 è la scocca in materiali nobili. Nella fattispecie, il vetro ad alta resistenza sta diventando una dominante per tutti i modelli di fascia premium.

Basta guardare attentamente ai modelli presentati al Mobile World Congress 2018 per avere già un’idea degli stilemi di design che caratterizzeranno quest’anno. In ordine sparso: Nokia 8 Sirocco, Samsung Galaxy S9/S9+, Asus Zenphone 5 e Sony Xperia XZ2 hanno tutti il dorso in vetro. In realtà questo è un trend iniziato nel 2017 e che sta spopolando.

I prossimi modelli targati LG, Huawei e OnePlus sfoggeranno questa scelta costruttiva che ha il duplice vantaggio di conferire una percezione di qualità superiore. Il vetro assicura un aspetto più luxury e, inoltre, permette di gestire meglio la funzione di ricarica wireless. L’alluminio, infatti, non è compatibile con le basi di wireless charging. E, siccome questa funzione è un altro dei temi dominanti del 2018, la sua diffusione va a braccetto con i dorsi in vetro.

Altro elemento non di poco conto afferisce alla qualità del segnale. In virtù della scocca in vetro, si ottimizza la resa di Wi-Fi, Bluetooth e Lte, senza dover creare punti di aggancio sul frame in alluminio. Dunque, i flagship del 2018 avranno tutti questo elemento comune: il nostro consiglio è di preventivare già l’acquisto di una cover.