Gaming su smartphone
Wiko

Il 2020 è stato un anno particolarmente florido per il mercato dei giochi su smartphone. Stando ai numeri snocciolati dall’agenzia di marketing App Annie, ormai occupa il 60% del mercato gaming globale e la spesa è stata più alta del 35% rispetto a tutte le altre forme di gaming combinate.

Secondo gli esperti nel 2020 gli utenti mobile hanno trascorso sul loro smartphone una media di 3.7 ore al giorno, spendendo sugli app store in generale, la cifra record di 120 miliardi di dollari. Cifra che potrebbe essere toccata anche dal solo mercato dei mobile games.

I numeri vengono supportati anche dalla spesa che è stata di circa 90 milioni di dollari complessivi. Secondo gli esperti a contribuire in maniera particolare alla crescita, sono stati i giochi dal gameplay non troppo proibitivo, e che incoraggino a giocare brevi sessioni, ma frequenti.

Parliamo ovviamente dei vari Candy Crush e cloni vari, ma non dimentichiamoci che anche un colosso dei videogiochi come Nintendo è sceso in campo su questo mercato, ed ha fatto uscire un certo Mario Kart Tour che pure sta facendo faville a livello di numeri.

PUBG Mobile è stato il gioco che ha generato più entrate: 621 milioni di dollari nel solo secondo trimestre, seppur in calo rispetto ai 674,5 milioni ottenuti nel Q1. Ottimi risultati anche per Roblox e Pokémon GO (a maggio i ricavi hanno sfiorato i 50 milioni di dollari nonostante il lockdown). Qui sopra trovate tutti i dati: complessivi, App Store e Play Store.

Sensor Tower prevede un aumento dei download che si protrarrà fino al 2024, superiore rispetto alle previsioni pre-pandemia. La spesa, però, resterà invariata, complice una contrazione del potere d’acquisto dei consumatori.

I motivi del successo dei giochi su smartphone

Questi numeri sono a dir poco da capogiro, se si considerano anche quelli di giochi come NetBet casinò. Ma quali sono i motivi che spingono sempre più persone verso il gaming mobile? Il merito è proprio degli smartphone. Molti produttori di smartphone hanno scelto di cavalcare sin da subito quello che sarà il principale trend dell’industria videoludica nei prossimi anni, ed ecco quindi arrivare prodotti come Xiaomi Black Shark, Nubia Red Magic, Rog Phone, Razer Phone assieme ad una vasta gamma di accessori, ad esempio i controller , seppur ancora poco supportati su larga scala.

Un qualsiasi smartphone top di gamma è in grado di fornire un hardware di livello così alto da scoraggiare qualsiasi produttore dal proporre una nuova console portatile. Attenzione, questo non significa che non ci sia un mercato per le console portatili, visto che le stesse statistiche di utilizzo di Switch mostrano come questa sia un vero e proprio chiodo fisso, nonostante Nintendo insista anche sull’aspetto casalingo della sua piattaforma.

Se sino ad ora si è parlato principalmente di titoli legati a famose case di produzione o publisher già attivi da decenni nel mondo del gaming (che sia console o pc), bisogna anche ricordare che le piattaforme Android e iOS hanno dato origine a fenomeni commerciali che sono diventati dei successi enormi su scala mondiale.

Tutto è cominciato con Angry Birds, il primo gioco mobile ad aver raccolto record su record, sia in termini di copie scaricate che di ricavi, ma anche Jetpack Joyride, altra pietra miliare del gioco mobile, ha reso noto il mercato videoludico mobile. Mentre oggi sono principalmente titoli come quelli di SuperCell, nota casa finlandese, conosciuta per giochi di un certo rilievo, come Clash of Clans, Boom Beach, Clash Royale e Brawl Stars, ad attrarre milioni e milioni di giocatori ogni giorno.

Il segreto del loro successo è dovuto alla possibilità di effettuare partite mordi e fuggi, ideali per chi è in attesa dal medico o in banca, abbinate ad un’elevatissima longevità dei titoli. È facile dedurre che nel futuro sempre più utenti decideranno di trascorrere il proprio tempo libero con uno dei giochi disponibili su smartphone. Il gaming mobile è un fenomeno che esiste realmente e che rappresenta ormai una colonna portante dell’industria videoludica, sostenuto anche grazie ad una vastissima gamma di produzioni di vario livello, in grado di proporre esperienze di gioco di alta qualità ad un discreto livello qualitativo.

Molto dipenderà anche dalle nuove tecnologie che si utilizzeranno per migliorare gli smartphone ed i giochi stessi, in modo da garantire un’esperienza di gioco sempre più avvincente ed interessante.