TCL

La nuova ondata di contagi e le nuove restrizioni imposte per contenere l’epidemia non sembrano per ora frenare la tecnologia di consumo, che dall’inizio della Fase 2 è sempre rimasta in area positiva. Secondo i dati GfK, nella settimana dal 19 al 25 ottobre il mercato è cresciuto ancora del +34,8%, con trend positivi sia online che offline.

La seconda ondata della pandemia di Coronavirus è ormai una realtà anche nel nostro Paese e nelle ultime settimane sono stati presi nuovi provvedimenti per il contenimento dei contagi che limitano in parte la mobilità delle persone. Nonostante queste restrizioni, il mercato italiano della tecnologia di consumo continua a fare registrare un trend fortemente positivo. 

Secondo le rilevazioni effettuate da GfK sul Retail Panel Weekly nella prima settimana influenzata dalle chiusure dei centri commerciali non alimentari durante il weekend decisa dalle Regioni Lombardia e Piemonte (dal 19 al 25 ottobre 2020) il mercato Tech è cresciuto a valore del +34,8% rispetto allo stesso periodo del 2019. La crescita a doppia cifra del mercato riguarda sia il canale online (+49,1% a valore) sia i punti vendita tradizionali (+31%). Le vendite risultano in crescita anche in Lombardia  e Piemonte – regioni interessate da chiusure parziali durante il weekend – anche se con trend meno positivi rispetto al resto del Paese.

L’andamento positivo della tecnologia di consumo è iniziato con le riaperture della Fase 2 (settimana del 4 maggio 2020) ed è continuato senza interruzioni anche nei mesi successivi, con trend settimanali sempre in crescita rispetto allo scorso anno. Le vendite della settimana scorsa (Week 43) sono state particolarmente positive anche per effetto delle promozioni speciali messe in campo di alcuni retailer.

Il trend positivo della settimana 43 riguarda tutti i principali settori della tecnologia di consumo, con eccezione della fotografia, che nella settimana considerata registra una contrazione del -18,5%. Il dati GfK mettono in evidenza ancora una volta la crescita sostenuta del comparto IT e Attrezzature per ufficio (+96%) che negli ultimi mesi ha fatto registrare vendite record legate alle nuove esigenze di smart working e didattica a distanza degli italiani. Molto positivo anche l’andamento dell’Elettronica di Consumo (+48,5%), dell’Home Comfort (+29,9%) e del Grande e Piccolo Elettrodomestico, che segnano una crescita rispettivamente del +24,4% e del +16,8% rispetto alla stessa settimana del 2019. Crescita a doppia cifra anche per il  segmento Telecom (+13,5%), il più importante per fatturato sviluppato.

GfK: trend piatto per 2020 (salvo ulteriori lockdown)

Il rapido diffondersi della seconda ondata di contagi non solo in Italia, ma anche in Europa e in altre zone del pianeta rende difficile fare delle previsioni rispetto alla chiusura del 2020. Nelle scorse settimane GfK ha rilasciato un Forecast che prevede un andamento piatto della tecnologia di consumo a livello mondiale (+0% rispetto al 2019), con un valore complessivo del mercato pari a 1 trilione di euro. La previsione si applica a uno scenario nel quale non vengano introdotti nuovi lockdown, con limitazioni alla mobilità simili a quelle della scorsa primavera.

Nonostante il trend piatto del mercato nel suo insieme, gli andamenti previsti per i singoli settori sono molto diversi. GfK stima un calo del -6% a fine 2020 per il mercato telecom, che rappresenta da solo il 40% del fatturato dei Tcg. Il settore in assoluto più positivo sarà quello dell’IT e attrezzature per ufficio, per il quale si prevede una crescita a valore del +15% a livello mondiale. Un altro settore che ha registrato forti crescite durante l’anno il piccolo elettrodomestico, per il quale si prevede una crescita a fine anno del +9% nel valore. Andamento più piatto per i settori dell’elettronica di consumo e del grande elettrodomestico, per i quali si stima un trend rispettivamente del -1% e del -2% a valore rispetto al 2019.