Anche quest’anno la novità più calda dell’estate è firmata Samsung. Sugli scaffali, a partire dal 23 agosto, l’azienda coreana porterà il nuovo Galaxy Note: ormai giunto alla versione 10, a questo giro si presenta con ben tre modelli, Note 10 e 10 Plus, che ha anche una variante tutta sua, quella con il tanto atteso 5G. A infiammare le performance di uno dei device più amati dal pubblico, un processore Exynos 9825 octa core.
Tante le novità introdotte, tra cui quella eclatante dovuta all’assenza del jack audio, che per la prima volta scompare da un device Samsung, e il display con un design inedito.

Il design del Samsung Galaxy Note 10

Samsung ha lavorato per fare due cose davvero care agli utenti: rendere il Note più sottile e offrire ancora più schermo. 

Con un edge-to-edge infinity display (Amoled, con la certificazione Hdr 10+), il 10 conquista la medaglia d’oro del Note con il Display più grande di sempre. Nello specifico, 6,3 pollici per la versione base e ben 6,8 pollici per il Plus e la versione 5G.  

La fotocamera anteriore è posta al centro dello schermo, in alto, ma occupa poco spazio e non pregiudica la bellezza e l’immersività del display. Il design si compone di linee classiche, ma eleganti e sofisticate. 

Come da tradizione, l’imponenza delle dimensioni del Note è la prima caratteristica che salta all’occhio, ma il device è davvero sottile e studiato per essere usato con una mano, calzando quasi come un guanto, senza esitazioni. Se siete mancini, il vostro pollice ricadrà perfettamente sul pulsante di accensione. Se siete destri, questa posizione sarà riservata al vostro indice. In ogni caso, l’esperienza d’uso sarà perfetta.

Fronte e retro sono in vetro e, tra le colorazioni di cui vi parleremo più avanti, quella che ci ha colpito maggiormente è Aura Glow, la signature di quest’anno. Imprevedibile, capace di spiazzarti con tonalità inattese alla minima variazione luminosa. 

Comparto fotografico

Novità anche per quanto riguarda la fotografia. La fotocamera posteriore, con la stessa configurazione che già abbiamo apprezzato su S10, si sposta a sinistra e si dispone verticalmente.

Sulla versione Plus e 5G avremo una quadrupla fotocamera: 

  • Una fotocamera da 12MP Dual Pixel, F1.5/F2.4
  • Una lente ultra grandangolare da 16MP, F2.2
  • Un teleobiettivo da 12MP, F2.1 
  • e un sensore TOF, F1.4


Sulla versione “normale” invece sarà tripla, e avrà: 

  • Una fotocamera 12MP Dual Pixel, F1.5/F2.4
  • Una lente ultra grandangolare da 16MP, F2.2 
  • e il teleobiettivo da 12MP, F2.1

La fotocamera frontale, una Dual Pixel da 10MP, F2.2, rimane invece invariata tra i due modelli.

La batteria dei nuovi Samsung Galaxy Note

Croce e delizia degli ultimi anni, quando si parla di device che promettono grandi performance e, soprattutto, sono pensati per un pubblico business, la batteria è un punto focale capace di spostare l’intenzione d’acquisto.
I possessori di Note 10 potranno contare su una batteria da 3.500 mAh, che a dire il vero ci lascia un po’ perplessi. Mentre il 10 Plus e la versione 5G sono dotati di una batteria da 4.300 mAh. 

Non sono numeri da capogiro, ma Samsung conta sulla batteria intelligente, capace di analizzare il comportamento dell’utente e adattarsi allo stesso, così da supportarne le attività quotidiane nell’arco di tutta la giornata. 

A questo scopo, è stato introdotto anche il Super Fast Charging e, dall’S10, il Note mutua anche il Wireless Powershare, per trasferire l’energia da un altro dispositivo che supporti questa tecnologia e viceversa.

Memoria e Storage

Il Note 10 è dotato di 8GB di RAM e 256GB di memoria interna. Ma qui registriamo una nota dolente: su questa versione non trova posto l’alloggio per una SSD esterna. Tradotto: la memoria interna del Note 10 non è espandibile.  

Il Plus arriverà sugli scaffali con ben 12GB di RAM e 256GB di memoria interna, questa volta invece espandibile fino a 1TB. Solo su samsung.it ci sarà poi una versione speciale, che affianca ai 12GB della RAM una memoria da 512GB espandibile

La versione 5G arriva nella combinazione 12GB di RAM e 256GB di memoria interna, anche questa espandibile. 

S Pen è ancor più magica

La magia della serie Note, lo sappiamo, risiede tutta nel pennino. S Pen è capace di differenziare la serie Note da qualsiasi altro device presente sul mercato, rendendola preziosa alleata di chi usa il telefono per lavorare, certamente, ma anche in grado di ammantare di una vera e propria aura di unicità l’esperienza d’uso di qualsiasi tipo di utente.

Che poi lo sanno molto bene anche in Samsung: per quanto la tecnologia possa evolversi, strabiliarci e condurci in un futuro sempre più a portata di mano, sono ancora in tantissimi quelli che, alla fine di tutto, vogliono solo scrivere con una penna. Certo, la S Pen è più di una semplice penna. Qui trovate il nostro approfondimento sulle funzioni che ci hanno colpito maggiormente, ma intanto ve ne anticipiamo qualcuna. 

La nostra preferita: come di consueto, possiamo prendere delle note direttamente sul display oppure dall’app “note”. Comunque, il Note è adesso in grado di tradurre la nostra grafia, a prescindere da quanto essa si avvicini a quella di un medico o meno, e convertirla in digitale. Salvando il documento, potremo persino scegliere di farlo diventare un Word o un PDF. Tra l’altro, adesso la S Pen ci consente di scrivere in colori diversi, per esempio scegliendo il rosso per sottolineare un termine piuttosto che un altro. E al momento della conversione anche le impostazioni di colore vengono mantenute

Combinata con la fotocamera poi, la S Pen diventa un po’ l’equivalente della bacchetta di Harry Potter. Samsung ha infatti introdotto le Air Actions, che ci consentono di controllare la fotocamera tramite la penna, anche quando siamo distanti dal telefono. Basta infatti disegnare uno swipe-up nell’aria tenendo premuto il pulsante della penna per passare tra la fotocamera anteriore e quella posteriore, mentre con uno slide a destra e sinistra ci si sposta agilmente tra le funzioni della fotocamera. 

Buona anche l’autonomia della S Pen, 10 ore di batteria in stand-by. 

Colori, prezzi e disponibilità

Il note 10 e il 10 Plus arriveranno nelle colorazioni Aura Glow e Aura Black. La versione Plus da 512GB, esclusiva online, sarà invece in Aura White, Aura Glow e Aura Black.
Il Plus 5G arriverà invece solo in nero.
Samsung lancia anche una versione Aura Pink, che però non arriverà nel nostro Paese. 

A partire da oggi, sarà possibile preordinare il device, che poi sarà in vendita dal prossimo 23 agosto. Nella fase di pre-ordine è anche possibile usufruire di una super valutazione dell’usato: Samsung offre fino a 400 Euro sui vostri vecchi device, anche se di brand diversi. 

Il Note 10 sarà disponibile al prezzo di 979€, il Note di Plus da 256 GB a 1.129€, quello da 512 GB a 1.229€ e il Note 10 Plus 5G a 1.229€.