Beko

Tutti i casinò online certificati AAMS hanno stipulato un impegno, quello cioè di promuovere il Gioco Responsabile, in pieno rispetto delle normative legate alle Linee Guida elaborate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, tramite cui l’ente regolatore esercita una funzione di controllo sull’adempimento dei requisiti. E in questo programma Snai eccelle.

Il programma G4

Contestualmente tutti gli operatori di gioco sono impegnati ad elaborare programmi di carattere nazionale per l’informazione e la sensibilizzazione dei giocatori per una attività di gioco responsabile, così come vuole l’ente internazionale cosiddetto G4, acronimo di Global Gambling Guidance Group, ovverosia il gruppo di esperti nel campo dei problemi legati al gambling e alla responsabilità in esso necessaria. Il G4 è composto da un team di membri provenienti dalle diverse parti del mondo, con anni ed anni di esperienza nel lavorare nell’industria internazionale del gioco: il tutto per incoraggiare alla responsabilità e minimizzare le problematicità che il gambling, il suo abuso, può causare.

Snai, un modello in Italia

Chiaramente, il Programma G4, è creato ad hoc per la responsabilità sociale nel gioco d’azzardo e tutte le aziende, per sviluppare misure, strumenti ed azioni di tutela, partecipano al programma, dall’informazione all’assistenza in caso di eccessi. Superati tutti i test preventivamente stabiliti, ottengono la Certificazione G4, tassello fondamentale per operare in piena sicurezza e con un largo seguito sul mercato. Un modello tra gli operatori italiani è Snai, che per il sesto anno di fila ha ottenuto l’ambita certificazione.

Fabio Schiavolin, amministratore delegato del gruppo Snaitech, ha commentato con gioia l’ottenimento della certificazione: “Si tratta di una medaglia particolarmente preziosa per un Gruppo come il nostro, che ha fatto del gioco responsabile e della sostenibilità due cardini della politica aziendale. Quest’anno abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti nella formazione del personale di cui vado particolarmente fiero. Chi ci ha seguito nel corso della recente ‘Snaitech Sustainability Week’ sa quanto siano importanti per noi questi temi e quanto puntiamo a veicolare un gioco basato sul coinvolgimento e divertimento, lontano da ogni eccesso. Sono orgoglioso di poter dire che oggi tra le donne e gli uomini di Snaitech esistono un sistema di valori e una cultura aziendale che promuovono ogni giorno la responsabilità”.

Due giornate di formazione alla Snaitech Sustainability Week

Un grandissimo riconoscimento per l’operatore 100% italiano, dal 1990 simbolo autentico delle scommesse sportive e di gran lunga il portale maggiormente apprezzato dall’utenza italiana, con 3,7 milioni di visite mensili. Peraltro, nel corso della Snaitech Sustainability Week sono state realizzate due giornate di workshop aziendali, per formare e sensibilizzare tutti i dirigenti, il team business e i responsabili delle aree interne sulla gestione responsabile del gioco, sia per l’online sia per il retail. 50 manager hanno preso parte alle lezioni che ha guidato il leader del G4, Peter Remmers, con l’obiettivo di formarsi culturalmente per le rispettive aziende e acquisire ancor di più maggiore consapevolezza sui temi e le dinamiche del gioco problematico.