FOTO RETAIL. Il mondo Imaging incontra il Canale specializzato

AIF – Associazione Italiana Foto & Digital Imaging che tra i propri associati presenta da oltre un ventennio una parte importante dei Brand dell’Imaging, in collaborazione con il proprio associato Ascofoto – l’Associazione degli operatori specializzati del retail fisico dell’Imaging in Italia – ha voluto implementare il Convegno “FOTO RETAIL. Il mondo Imaging incontra il Canale specializzato” (iGizmo.it sarà presente come media partner) per condividere le principali tematiche di uno scenario in profonda evoluzione, approfondendole in modo obiettivo e comune, con l’intento di farlo diventare in futuro un nuovo asset reciproco di condivisione e quindi da riproporre nei prossimi anni, con l’auspicio di poterlo estendere a tutti gli operatori del settore.

È bene precisare che l’evento è riservato ai soli addetti ai lavori. Per informazioni: info@aifoto.it. iGizmo.it, in quanto media partner esclusivo dell’evento, trasmetterà in diretta le sessioni e le informazioni fondamentali sulla giornata.

Fotografia e imaging: un mercato in evoluzione

La forte evoluzione del mercato nell’era dell’e-Commerce sta cambiando le regole che riguardano anche il mercato fotografico e dell’imaging. Diventa sempre più complicato per i Dealer confrontarsi e agire commercialmente in riferimento a regole di ingaggio e comunicazione, che si evolvono molto velocemente e mettono in difficoltà la gestione del Retail. Il canale fotografico fisico si cimenta direttamente anche con il commercio elettronico, senza a volte conoscere la natura di concetti come il marketplace, le grandi operazioni promozionali e il loro impatto, o di come gestire efficacemente il proprio e-commerce o meglio comprendere il ruolo dei grandi operatori.

Il ruolo dei dealer

Si assiste in alcuni casi a una pericolosa forma di improvvisazione che può mettere il Dealer nella condizione di incrementare le proprie vendite grazie al nuovo canale, ma con il rischio di deteriorare fortemente il proprio margine operativo se non accuratamente controllato. In tale situazione il consumatore finale è da un lato gratificato da proposte molto aggressive, ma è confuso e si trova spesso a prendere decisioni affrettate e non sempre appaganti. Anche il ruolo delle Aziende produttrici e distributrici di prodotti e accessori per la fotografia e l’imaging sta mutando radicalmente, con politiche commerciali differenti, e un diverso set-up dell’approccio al mercato, in una situazione di generale maggior necessità di efficacia degli investimenti, della presenza e gestione realistica di una distribuzione selettiva, delle politiche relative ai differenti livelli di specializzazione, in uno scenario generale di contrazione dei volumi.

Non va dimenticato in questa fotografia generale il ruolo dei distributori locali, che sono spesso coinvolti direttamente nelle vendite online. Cambia anche il ruolo dei generalisti di elettronica di consumo come le catene del canale CE che hanno progressivamente cambiato la propria strategia nel reparto Fotografia. In termini di normative ci sono molti operatori online – più o meno conosciuti – che operano illegalmente in Italia, come del resto le azioni da intraprendere nei loro confronti sembra non siano focalizzate e condotte in maniera sistematica, arrecando un ulteriore danno commerciale a chi rispetta le regole, ma in ultimo anche incrementando il grado di confusione del consumatore finale.

“Siamo in una fase di continua evoluzione del mercato dell’Imaging che richiede capacità di trasformazione e di maggiore focalizzazione a tutti gli operatori, siano essi fisici o del commercio elettronico, dove la specializzazione e la capacità di azione nei tempi giusti determinano il risultato – dichiara Giovanni Augusti, Presidente di AIF – Associazione Italiana Foto & Digital Imaging. Il retail specializzato è vivo, ed è parte integrante di un sistema aperto in cui i risultati dipendono dalla capacità di intercettare la domanda, sempre più pervasa da migliaia di informazioni che la rete mette a disposizione in tempo reale. Per questo è necessario per tutti da un lato comprendere perfettamente lo scenario, le modalità di azione commerciale e di comunicazione, dall’altro pianificare e lavorare in un’ottica multicanale, parlare ai propri clienti a più livelli, valutare i risultati e gli investimenti – insomma avere il pieno controllo delle proprie azioni commerciali – e fare delle scelte.

Nella convinzione che “fare sistema” sia ormai un concetto fortemente necessario e non più una semplice opzione lasciata alle Aziende, AIFoto e Ascofoto hanno esteso l’invito a questo Evento anche agli operatori specializzati o ai Brand non associati, proprio per ribadire che l’inclusività e l’apertura al dialogo sono alla base della loro comune mission. “Intendiamo sostenere ancora una volta la precisa volontà di fare sistema, nel rispetto delle specifiche scelte imprenditoriali e delle Aziende – unire le forze per indirizzare e valorizzare meglio gli investimenti – che è quello che chiede il retail dell’Imaging – ma con una maggior consapevolezza” – conclude Giovanni Augusti.