Al progredire delle fotocamere installate sugli smartphone, aumenta in modo proporzionale il peso delle immagini. Questo impatta negativamente sugli upload di file di grandi dimensioni per la condivisione social, con conseguente erosione del traffico dati in mobilità. La soluzione “definitiva” è targata Facebook: si chiama Spectrum 1.0.0 ed è uno strumento dedicato ad Android e iOS che permette agli sviluppatori di comprimere e ottimizzare le immagini per il caricamento nelle app, preservando al contempo la massima qualità visiva.

Al servizio delle applicazioni

Spectrum in versione 1.0.0 è open source. È distribuito attraverso la piattaforma GitHub e si propone come libreria già pronta all’uso per elaborare le foto e integrare all’interno delle applicazioni una risorsa di ottimizzazione e riduzione degli ingombri dei file per creare maggiore efficienza di trasferimento, soprattutto con le connessioni lente o poco affidabili.

Nel post ufficiale di Facebook, si legge: “Abbiamo migliorato l’affidabilità e la qualità dell’upload di immagini in scala nelle nostre applicazioni e oggi siamo lieti di presentare Spectrum 1.0.0 alla community per scoprire come migliorerà le esperienze fotografiche nelle proprie applicazioni”.

Tutte le informazioni dettagliate (prevalentemente dedicate a sviluppatori) sono disponibili all’indirizzo: https://code.fb.com/developer-tools/spectrum/