Razor

Dopo una sfilza infinita di anticipazioni, finalmente Facebook esce allo scoperto e si cimenta nel nuovo ma già affollato mercato degli smart device da casa. Come Google e Amazon, ma non solo, hanno già proposto i loro smart display per portare le funzioni di comando vocale e interazione all’interno di un dispositivo da “salotto”, così il social network fondato da Mark Zuckerberg non può rinunciare alla sfida. Ed ecco che la risposta si concretizza con due smart display: Portal e Portal Plus. Entrambi declinati sul core business di Facebook, ossia la comunicazione interpersonale. Dunque sono due display interattivi che permettono le videochat tra gli utenti su piattaforma Messenger.

I Portal permetteranno così di chiamare chiunque sia dotato di un dispositivo oppure abbia accesso a Facebook, oltre a offrire alcune funzioni accessorie (e inevitabili) come la riproduzione musicale da Spotify o video da Watch. Ovviamente, dal display si potrà accedere al proprio profilo social.

Esteticamente ricordano da vicino gli Amazon Echo Show, gli smart display commercializzati negli Stati Uniti dalla piattaforma di e-commerce. Il Portal Plus è gigante: il touchscreen è da 15,6″ con risoluzione Full HD. Anche la versione normale non è piccola, in virtù dello schermo da 10″ di tipo HD.

Integrata c’è la webcam per le video chiamate, vero focus del dispositivo, con funzioni per fare in modo che i visi risultino sempre a fuoco e ben definitivi. L’obiettivo è grandangolare, così da inquadrare eventualmente più persone in contemporanea. Il sistema di messa a fuoco si attiva anche in caso ci si muova nella stanza, mentre tramite un apposito comando fisico è possibile disattivare obiettivo e microfono. Si tratta di un sistema meccanico che disabilita queste due funzioni voluto proprio da Facebook affinché non possa essere superato in remoto via software. Questo anche per evitare un altro scandalo in stile Cambridge Analytica.

Il funzionamento del dispositivo è improntato alla massima libertà. Una volta che la chat è attiva, non bisogna premere alcun tasto: ogni aspetto è lasciato al controllo software, compresa l’inquadratura. Sempre attraverso il pannello di gestione si possono applicare filtri ed effetti di realtà aumentata per adattare la scenografia.

Per il momento i Facebook Portal saranno venduti a partire da novembre negli Stati Uniti al prezzo di 199 dollari per il modello da 10″ e di 349 dollari per quello Plus.