pioneerdj

Il team Esport Revolution a vele spiegate. Dopo aver avviato da diversi mesi un processo di crescita ecco la creazione anche di un team di E-Sailing. Vale a dire la vela virtuale che è già diventata disciplina olimpica nelle recenti Olympic Virtual Series e sta acquisendo sempre più seguito e popolarità nel nostro Paese e non solo.  Il movimento degli eSports in Italia è ormai un fenomeno sportivo e sociale che coinvolge decine di milioni di persone tra praticanti e appassionati. Di qui la scelta di ampliare ad altri generi e contenuti il raggio operativo.

Esport Revolution, il nuovo team

A seguito dell’iniziativa, dunque, anche il mondo della vela entra quindi nell’orbita del club con sede vicino Napoli, che al momento ha costituito un team composto da sei giocatori e tre riserve con lo scopo di partecipare alle maggiori competizioni dei circuiti di Virtual Regatta. Il team principal è Paolo Scutellaro (Pscutel), a cui si aggiungono Mario Prodigo, Antonio D’Angelo (Il Moro di Napoli), Fabio Caldeo, Valerio Mereghini (Vallio86), Stefano Bonatti (SBonatti), Tommaso Tamblè (Tommytamble), Giampiero Gargiulo (Losaigia) e Riccardo Parmiciano (RikoBorg). 

Il sogno delle Olimpiadi

Un team di primo livello per una società che ha come obiettivo primario quello di imporsi sin da subito nel panorama della vela virtuale italiana e sognare un pass alle prossime Olimpiadi. “Il movimento E-Sailing sta prendendo molto piede in Italia negli ultimi mesi. Abbiamo quindi deciso di aprirci a questi nuovi orizzonti per stare al passo coi tempi e con le nuove tendenze”, ha dichiarato Diego Trinchillo, co-fondatore di Esport Revolution. “Siamo contentissimi di poter partecipare a questa nuova avventura e di entrare nel settore della vela virtuale, uno dei pochi al momento che rende gli eSports una vera e propria disciplina olimpica. Ci affacciamo in un campo nuovo oltre al calcio e per noi, che siamo di Napoli, assume ancora più significato il fatto di abbracciare un’iniziativa legata al mare”.