pioneerdj

Il gaming è qui. Comunque, all’E3 (una volta a Los Angeles, Convention Center, e in versione live). L’Electronic Entertainment Exposition che anche per l’edizione 2021 andrà in onda in formato digitale. E dunque aperto a tutti. L’appuntamento è dal 12 al 15 giugno, quattro giornate ad alta intensità per capire e scoprire quale e come sarà il mondo videogiochi del 2021, oltre ad avere qualche assaggio già per l’anno che verrà.

I tre grandi assenti: Sony, EA, Valve

A cinque giorni dal fischio d’inizio dell’evento, il tam-tam mediatico ha già fatto appieno la sua parte. I player del settore – produttori di console e publisher, se non altro i principali – si sono già lasciati andare ai primi annunci, conditi da logiche indiscrezioni. All’E3 2021 comunque non ci saranno tutti. Le prime due assenze di riguardo corrispondono ai nomi di Valve (lo Steam Next fest è in agenda dal 16 al 22 giugno) ed Electronic Arts. Il publisher statunitense (Fifa, giusto per dire) ha messo in cantiere il 22 luglio il suo tradizionale EA Play, dedicato alle future produzioni. Premesso comunque che il nuovo Battlefield sarà annunciato ufficialmente mercoledì 9 giugno alle 16 ora italiana. Terzo nome eccellente tra coloro che saltano (ancora una volta) il giro è quello di tratta di Sony Interactive Entertainment (leggi alla voce PlayStation).

E3, Microsoft e la “prima” con Bethesda

Storicamente padrone di casa è Microsoft. La cui conference andrà in onda il 13 giugno alle 19 ora italiana e abbinerà il mondo Xbox con Bethesda. L’etichetta che fa capo a Zenimax Media un ulteriore elemento di aspettativa. Il ricco portafoglio di titoli induce gli insider quasi a sfogliarlo come fossero i petali di una margherita. Più speranze che certezze, al momento, anche se le previsioni convergono sulla nuova Ip Starfield. Da capire invece se ci saranno reveal per Wolfenstein III o The Elder Scrolls VI. Ma sul versante Microsoft Games Studios i gamer sono in trepidante attesa per Halo Infinite, con nuovo gameplay da mostrare e rumors che parlano di un lancio a settembre. Se appare complicato avere assaggi di Gears, appaiono più probabili le novità per Forza Horizon 5.

Nintendo, la grande attesa. E Switch Pro?

Dopo i rumors di queste settimane legati al possibile (imminente?) lancio di Switch Pro, inutile dire che il Direct di Nintendo è uno degli appuntamenti più attesi nel palinsesto E3 2021. Tutti in collegamento alle 18 ore italiane del 15 giugno, per 40 minuti che sicuramente saranno dedicati al copioso software videoludico proprietario in arrivo nei prossimi mesi. Al centro del palcoscenico Pokémon (visto che ricorre l’anniversario), Zelda Breath of the Wild 2 e Metroid Prime 4, oltre ai possibili nuovi contenuti per Animal Crossing: New Horizons. Ma c’è chi scommette che ancora una volta il colosso nipponico – reduce da un anno fiscale straordinario per ricavi e profitti – non mancherà di sorprendere tutti.

Ubisoft, non solo nel segno di Far Cry 6

La parte come sempre più ricca e corposa dell’E3 è costituita dalle produzioni di software videogame. In passerella le principali etichette pe rua copertura di tutti i generi. Al loro fianco ci sarà anche modo di andare alla scoperta del panorama “indie”. Tra i big brand, in pole position c’è Ubisoft. Il publisher francese ha già annunciato che il suo evento Forward si terrà il 12 giugno alle ore 21. Line up assortita, quella che tutti si attendono, con Far Cry 6 sugli scudi. Ma tutti sostengono che ci saranno interessanti preview anche per i franchise storici come Assassin’s Creed e Watch Dogs, senza dimenticare The Division e Rainbow Six.

E3: Square Enix e gli altri big

La presentazione di Square Enix farà seguito a quella di Microsoft. Nei 40 minuti previsti ci sarà sicuramente l’annuncio del nuovo gioco di Eidos Montreal, oltre ad aggiornamenti su Babylon’s Fall Life is Strange eTrue Colors e Life is Strange Remastered Collection. Se intorno a Capcom vige il più stretto riserbo (per ora), per Warner Bros Interactive le attese sono per Back 4 Blood. Presente anche Bandai Namco, mentre da Take Two si spera in novità per l’etichetta 2K Games per Bioshock 4 oltre ai titoli sportivi di basket e wrestling. Circa Rockster, GTA 6 non è proprio nei radar. Ma il palinsesto sarà ancora più ricco e variegato grazie anche alla presenza di Gearbox Software, Thq Nordic, Koch Media. Il conto alla rovescia è cominciato.