Area

Otto giorni. E poi il calcio italiano ritornerà in campo, a porte chiuse e senza pubblico. A cui farà seguito la Premier inglese. Nel nostro Paese, il primo atto saranno le semifinali di ritorno della Coppa Italia. Nuovo orario: le 21,45. Juventus – Milan venerdì 12 giugno, Napoli – Inter sabato 13 giugno. Gran finale a Roma in agenda per mercoledì 17 giugno. Le partite saranno trasmesse in chiaro su Rai 1, con il canale 501 a disposizione per chi li volesse seguire in HD, oppure in streaming su Rai Play, mediante Pc, smartphone o tablet con tanto di app gratuita. La coppa di Lega italiana è una partenza soft, una sorta di aperitivo per la grande abbuffata estiva che vedrà ripartire il campionato di Serie A da sabato 20 giugno. Per ora ci. Sono le date e il calendario, ma molto potrebbe (qualcuno dice dovrebbe) accadere nei prossimi giorni. Il nodo è legato alla trasmissione in Tv. Nonostante la forte opposizione di Sky e Dazn che ne detengono i diritti, sono più intense che mai le grandi manovre per valutare anche in chiaro la trasmissione in diretta di almeno una partita del campionato.

Premier: in chiaro sulla Bbc

Un assist importante potrebbe essere la decisione adottata dalla Premier League, la cui ripartenza è stata fissata al 17 giugno. Le 92 partite da recuperare andranno in onda su Sky Sports, BT Sport, Amazon Prime e Bbc Sport. Ma attenzione: la succosa novità sta nel fatto che la Tv pubblica britannica trasmetterà in diretta quattro match, oltre agli highlight. Una svolta vera e propria. Infatti, è la prima volta dall’ormai lontano 1992, anno di nascita dell’attuale Premier League, che la Bbc trasmetterà delle partite in diretta. Forti e chiare le parole di Richard Masters, chief executive della seguitissima e ricchissima Premier: “È importante garantire che il maggior numero di persone possa guardare le partite a casa”. Questa sorta di mossa del cavallo potrà sparigliare il mazzo anche in Italia quindi? In molti ci sperano. Altrettanti stanno lavorando al progetto per esercitare le opportune pressioni nelle sedi istituzionali.

Champions League con formula “final eight”…

Ma c’è un altro fronte che si è aperto in Europa. Riguarda il futuro della Champions League, in predicato di ripartire dal prossimo agosto. Dopo la rinuncia di Istanbul per la sfida finale (a causa delle porte chiuse) l’Uefa sta ripensando il format. Si vocifera di una vera e propria formula con “final eight”, una volta archiviate le gare di ritorno degli ottavi di finale, che vedono impegnate le due italiane: Juventus e Napoli.

… ma le Tv dicono di no

La decisione dovrà essere ratificata o rigettata durante il prossimo consiglio direttivo. La data? Sempre mercoledì 17 giugno, una giornata che potrebbe diventare “indimenticabile”. L’opzione delle finali in una medesima location si sta facendo strada. Tre le opzioni sul tavolo: Lisbona, Madrid (Stadio Wanda Metropolitano, quello dell’Atletico) o Monaco di Baviera. Oltre a quello di tipo eventualmente logistico, il vero ostacolo da superare è rappresentato dalle Tv. Una “final eight” non piace, rischia di concentrare troppo il calendario e dunque il palinsesto. Insomma, un pezzo di rivoluzione è già andato in onda. Meglio restare connessi, altre sorprese potrebbero essere dietro l’angolo.

Lg-K-Series