Cinebooking
Beko

Cinebooking.com, startup innovativa nata presso i Cinecittà Studios per trovare personale artistico, tecnico e forniture nel settore dell’entertainment del cinema, televisione, pubblicità, eventi, radio, moda, musica, teatro, ha lanciato la sua prima campagna di equity crowdfunding per poter realizzare più rapidamente un importante piano di crescita e sostenere prima di tutto il mercato italiano, duramente colpito dalla pandemia, ma a breve anche quello mondiale. Obiettivo: fornire a un’utenza potenziale di oltre 92 milioni di lavoratori nel mondo una piattaforma pensata su misura per chi ha bisogno di verificare velocemente la disponibilità di una risorsa, di cercarla con parametri particolari e di ingaggiarla in tempi rapidi, ma anche, ovviamente, per offrire concrete opportunità di lavoro ai molti freelance che faticano in questo periodo difficile a ripartire.

Cinebooking, che ha già vinto un importante bando Smart&Start con il Ministero sviluppo economico (Invitalia, con un valore pari a € 300.000), ha ora lanciato una campagna di crowdfunding su BacktoWork, che permette agli investitori, sia aziende che persone fisiche, uno sgravio fiscale pari al 30%. 

La mission di Cinebooking è di venire in soccorso ad aziende e professionisti, soprattutto in questo periodo di grave crisi, attraverso un esclusivo motore di ricerca che agevola l’incontro tra domanda e offerta di figure artistiche e professionali, forniture e noleggi di beni e servizi in uso nell’industria entertainment del cinema, televisione, pubblicità, eventi, radio, moda, musica e teatro”, commenta Gianfranco De Rosa, Founder e CEO di Cinebooking Italia Srl, che aggiunge:“L’Italia rappresenta il punto di partenza di un progetto che vuole essere internazionale e creerà maggiori opportunità di lavoro e di scambio fra Paesi”. 

Una piattaforma gratuita per le aziende, accessibile per i freelance, che ha già generato in un anno solo d’organico 100.000 match lavoro di cui 12.000 candidature

Cinebooking è una piattaforma verticale, scalabile e realmente innovativa rispetto ad altri siti di recruitment, che non sono studiati per la ricerca di candidati freelance e non danno la possibilità di selezionare determinate qualifiche o caratteristiche, oppure missioni giornaliere. 

Il modello di business prevede la completa gratuità per le aziende che cercano personale e un primo accesso gratuito via app per i freelance che ricevono le prime cinque segnalazioni gratuite. I professionisti che lo desiderano possono poi fare un abbonamento settimanale, mensile o annuale e interromperlo quando vogliono.

L’algoritmo di Cinebooking, infatti, crea un “match” tra le schede di ricerca e di proposta che hanno caratteristiche coincidenti. Il lavoratore, in questo modo, può candidarsi e il recruiter può leggere i contenuti della scheda. Successivamente viene inviata una notifica “Job Alert” o “Find Alert” ai proponenti, che rispondono ai requisiti della ricerca; solo se si apre la notifica e ci si candida per quel lavoro, la scheda, rimasta fino a quel momento privata, può essere letta dal recruiter.

La startup può contare sia sul know-how del CEO De Rosa, con alle spalle trenta anni di attività internazionale nelle industrie di riferimento in qualità di Produttore Esecutivo, di cui dieci anni di lavoro con il produttore cinematografico Dino De Laurentiis, sia sulle competenze del team, di cui fa parte anche Simone Ridolfi, giovane startupper di successo.

Sulla piattaforma di Cinebooking sono già operativi e hanno eseguito le loro ricerche alcuni nomi eccellenti dello spettacolo italiano, fra cui il regista/attore Carlo Verdone, il produttore Marco Belardi, il regista Marco Risi e il regista/autore Paolo Genovese, in cerca di collaborazioni per i loro prossimi progetti.