Beko

Il 2020 è l’annus horribilis per le fiere e gli eventi fisici. Tutti (o quasi) annullati o modificati in edizione digitale, finora, gli appuntamenti fieristici ed equivalenti. Gli organizzatori più reattivi e flessibili (si veda l’Ifa 2020) sono riusciti a trasformare i corridori pieni di stand in un evento digitale, seppure ristretto, per mantenere vivo l’appuntamento di dialogo tra tutte le parti dell’ecosistema. Ma ostinarsi a organizzare un evento fisico potrebbe rivelarsi molto rischioso. Anche in virtù del fatto che persino il Ces 2021 ha deciso di varare una edizione tutta digitale.

Dopo oltre 50 anni di storia, l’evento che si tiene a inizio anno a Las Vegas ha comunicato ufficialmente di aver deciso di non abdicare al suo ruolo di “connessione tra espositori, consumatori, leader e media” tuttavia in una forma che dia priorità alla salute e alla sicurezza. L’annuncio è decisivo: “Siamo entusiasti di condividere la notizia che il Ces 2021 sarà un’esperienza all digital“, come si legge nel comunicato ufficiale della fiera.

L’andamento del Covid-19, soprattutto nelle Americhe, non permette allo stato attuale di poter confermare che un evento fisico si potrà tenere. Dunque, meglio prepararsi e anticipare le mosse. Così è la stessa “voce” del Ces 2021 che spiega: “Non è possibile garantire la sicurezza di decine di migliaia di persone che arriveranno a Las Vegas i primi giorni del prossimo gennaio”.

La versione “all digital” del Consumer electronics show manterrà viva l’essenza di uno degli appuntamenti più importanti nell’elettronica di consumo. Rimarrà comunque un punto di riferimento “sicuro” per “proporre idee e prodotti che disegneranno il futuro”. Chiunque, inoltre, potrà partecipare: sarà sufficiente accedere alla piattaforma digitale approntata per assicurare un’elevata esperienza personale.

Si ritornerà al fisico con il Ces 2022

Lo sviluppo del Ces 2021 comprenderà:

  • conferenze e keynote di apertura
  • dimostrazione e presentazione di prodotti
  • meeting, tavole rotonde e possibilità di networking, seppure mediati dal digitale.

“La tecnologia sta aiutando a lavorare, imparare e connettere le persone durante la pandemia da Coronavirus. Ecco perché rappresenta la soluzione migliore per risolvere le sfide globali che ci troviamo a fronteggiare”, si legge nel comunicato del Ces 2021. E sarà proprio la tecnologia lo strumento usato per l’evento del prossimo gennaio.

Il Ces nella forma “classica” tornerà nell’edizione 2022 e promette di offrire un contesto dove gli elementi fisici e digitali sapranno trovare una perfetta sinergia.