emporia

Apple ha chiesto al giudice federale degli Stati Uniti di sospendere gli ordini che potrebbero richiedere di modificare alcune delle sue pratiche sull’App Store e ha affermato che sta anche facendo appello alla sentenza in un caso antitrust portato dal creatore di “Fortnite” Epic Games, secondo i documenti del tribunale.

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Yvonne Gonzalez Rogers a settembre si è pronunciato in gran parte a favore di Apple dopo un processo durato settimane. Ma ha richiesto una concessione chiave: Apple a partire dal 9 dicembre non può più vietare agli sviluppatori di app di includere pulsanti o collegamenti nelle loro app che indirizzano gli utenti a mezzi di pagamento alternativi al sistema di pagamento in-app di Apple, che addebita una commissione agli sviluppatori.

Nella sua sentenza completa di 180 pagine, Gonzalez Rogers ha espresso preoccupazione per il fatto che agli sviluppatori fosse stato impedito di comunicare agli utenti di iPhone offerte con prezzi alternativi a quelli previsti sull’App Store.

Apple ha dichiarato nell’atto depositato l’8 ottobre che il rispetto dell’ordine del giudice potrebbe causare danni ai consumatori. Ha detto che si aspetta di vincere un ricorso contro la decisione di aprire i pagamenti a sistemi alternativi all’App Store e che vuole si svolga per prima cosa un processo legale, che potrebbe durare circa un anno.

Epic separatamente fa appello alla conclusione del giudice secondo cui Apple non ha violato la legge antitrust attraverso le sue regole di pagamento. “La dilazione richiesta consentirà ad Apple di proteggere i consumatori e salvaguardare la sua piattaforma mentre l’azienda affronta le complesse questioni legali, tecnologiche ed economiche in rapida evoluzione”, afferma il documento di venerdì.

Apple negli ultimi mesi ha accettato di allentare altre regole sulle comunicazioni tra developer e utenti nell’ambito di accordi con gli sviluppatori che hanno fatto causa alla società e al regolatore antitrust giapponese.

La società di Cupertino ha affermato di aver già iniziato a discutere in merito a soluzioni che soddisfino sia la richiesta di Gonzalez Rogers per i consumatori di essere più informati, sia il desiderio di proteggerli dalle truffe (e continuare a raccogliere commissioni).

Apple sta cercando un’udienza con Gonzalez Rogers all’inizio di novembre sulla sua richiesta di soggiorno. Gli argomenti di apertura di Epic per il suo appello sono dovuti il ​​12 dicembre. Apple ha dichiarato che manterrà “Fortnite” fuori dall’App Store fino all’esaurimento di tutti i ricorsi.