La nostra prima settimana in compagnia di Canon Eos R si riassume in una sola parola: divertimento. La mirrorless di nuova generazione del brand giapponese restituisce la voglia di fotografare in grande stile, di non accontentarsi delle foto degli smartphone (proprio in questi giorni stiamo facendo una prova a lungo raggio sui modelli fotografici) e di concedersi un maggiore spessore creativo utilizzando “macchine fotografiche”.

Stiamo usando la Eos R insieme con l’obiettivo 24-105 f/4, una combinazione davvero interessante perché assicura una flessibilità di utilizzo notevole a un prezzo tutto sommato raggiungibile (considerando la categoria di appartenenza di corpo macchina e ottica).

In questa prima settimana ci siamo cimentati a usare la Eos R in ogni nostra attività di lavoro: dalle foto, alle video interviste e la useremo ancora nei prossimi giorni per il test che stiamo compiendo sul prodotto.

Vi proponiamo una decina di foto che abbiamo scattato in varie modalità: la luna (forse la più eclatante) è in modalità manuale e a mano libera, eppure il risultato è notevole.

Della Canon ci sono piaciuti subito una serie di caratteristiche, che la rendono divertente ma anche coinvolgente:

  • il display su meccanismo regolabile consente di cimentarsi in scatti anche bizzarri e creativi, perché si ha sempre sott’occhio il risultato finale della foto;
  • ottima la modalità di anteprima dal mirino ottico, che mostra il risultato delle regolazioni e delle selezioni di scatto in tempo reale, dando subito l’idea di come sarà il risultato finale;
  • molto interessante il sistema di controllo basato sul cursore sensibile al tocco e sul touchscreen. La duttilità che assicura questa configurazione, in sinergia con le classiche ghiere, è unica;
  • nel complesso la Eos R permette di concentrarsi sullo scatto e non su come ottenere lo scatto, fattore non da poco. Ci si sente subito a proprio agio perché, seppure senza rinunciare a un approccio professionale all’immagine, mette a proprio agio e non disperde le energie creative nell’industriarsi con l’interfaccia.

14 scatti con la Canon Eos R: cosa ne pensate?