Cellularline

Efficiente, affidabile e con una possibilità di scelta che si è arricchita ulteriormente: nel mondo del vino, ma non solo, l’e-commerce ha vestito i panni del leone in questo ultimo periodo. Un fenomeno non solo destinato a restare, ma a svilupparsi ulteriormente negli orizzonti e nei numeri. Ed ecco, infatti, un primo chiaro segnale che qualcosa è cambiato. Perché laddove tante porte (ahinoi) si sono chiuse, altrettante oggi si aprono davanti a chi è sufficientemente attrezzato per ripartire e disponibile ad abbandonare schemi che ormai non fanno più parte della nuova normalità. Come nel caso del gigante del beverage Campari, che dopo aver messo a segno l’acquisizione dello Champagne Lallier nelle scorse settimane per 21,8 milioni di euro, oggi annuncia di essere entrata nel capitale azionario di Tannico con una quota del 49% pagata 23,4 milioni di euro. Un vero colpo da 90, che rafforza ancor di più la posizione del portale guidato da Marco Magnocavallo nel suo ruolo di leader di mercato nelle vendite online di vini e premium spirit in Italia.

I dettagli del matrimonio tra Campari e Tannico

Bob Kunze-Concewitz, chief executive officer di Campari Group
Bob Kunze-Concewitz, chief executive officer di Campari Group

La notizia giunge improvvisa questa mattina dal quartier generale del gruppo di Sesto San Giovanni, dov’è Campari Group ad annunciare di aver siglato un accordo con tutti gli azionisti – a iniziare dai principali (il ceo Marco Magnocavallo, P101 SGR e Boox) – per acquisire il 49% di Tannico. “La struttura dell’operazione”, è spiegato, “prevede che Campari Group rilevi a fermo il 39% del capitale di Tannico e sottoscriva simultaneamente un aumento di capitale riservato per raggiungere una partecipazione complessiva del 49%”. Sul piatto, il gigante degli spirits mette una somma pari a 23,4 milioni di euro. Con il perfezionamento della transazione previsto entro la fine di luglio 2020 e una clausola nell’accordo d’investimento che offre a Campari Group, in base a determinate condizioni, la possibilità d’incrementare la partecipazione al 100% dal 2025.

Tutti i numeri della più grande enoteca in Italia

Società fondata nel 2013, oggi Tannico è leader di mercato nelle vendite online di vini e premium spirit in Italia, con una quota che supera il 30%. Nei numeri, si parla di oltre 7 milioni di visitatori unici negli ultimi 12 mesi, una selezione dove sono incluse 14mila etichette provenienti da oltre 2.500 cantine italiane ed estere, vendite nette realizzate nel 2019 pari a 20,6 milioni di euro. Dal 2017, inoltre, Tannico presidia con le proprie spedizioni oltre 20 mercati, tra cui quelli strategici di Stati Uniti, Germania, Regno Unito e Francia. E sfruttando una comunicazione innovativa per il mondo del vino, oltre a una tecnologia avanzata applicata alle vendite online e al marketing digitale, ha progressivamente esteso la sua attività al canale B2B, offrendo a operatori professionali del settore servizi a elevato valore aggiunto sia nell’area della gestione dell’assortimento e del magazzino sia in quella delle soluzioni personalizzate di consegna.

Per scoprire di più sul matrimonio tra Tannico e Campari, i commenti dei protagonisti di questa importante intesa e le altre mosse del gigante del beverage di Sesto San Giovanni, vi invitiamo a visitare l’approfondimento dedicato sul nostro web magazine Winecouture.it, parte del network di Nelson Srl.

Lg-K-Series