emporia

Per iniziare a tirare le somme sull’impatto del Bonus Tv sul canale, QBerg si è concentrata sull’andamento dei prezzi medi del mercato dei TV per pollice, il numero dei modelli unici e l’obsolescenza media nel canale degli store (Catene, Gruppi d’Acquisto, Ipermercati) nel periodo YTD 2021 vs YTD 2020. Dai dati raccolti dall’istituto di ricerca, specializzato nei servizi di price intelligence e di analisi delle strategie assortimentali cross canale (flyer, punti vendita fisici, e-commerce e newsletter), emerge che il nuovo digitale terrestre e il Bonus Tv hanno contribuito a dare una forte spinta alle vendite di televisori in Italia.

Tv: le proposte ai consumatori e a quali prezzi

I televisori rappresentano uno dei prodotti maggiormente presenti all’interno degli Store italiani (Catene, Gruppi d’Acquisto e Ipermercati). Dal grafico sottostante, si può notare come nello YTD 2021 sono presenti in commercio oltre 2.200 diversi modelli unici di televisori. Sul totale dei modelli unici in esposizione circa il 93% è rappresentato da TV LCD\Led, in particolare da televisori con un massimo di 43 pollici (che rappresentano circa il 43% del totale modelli unici in commercio), mentre minoritari, anche se molto importanti dal punto di vista del valore economico, appaiono i TV OLED.

Ogni quanto viene aggiornato il catalogo dei TV negli store? I modelli unici di televisori in commercio nello YTD 2021 appaiono sicuramente più “giovani” di quelli in vendita negli store italiani nello YTD 2020. L’obsolescenza media di tutti i modelli unici di televisori in vendita si aggira, infatti, intorno ai 600 giorni dalla data di prima apparizione negli store, con una riduzione orientativa dell’obsolescenza stessa di circa il 20% per tutti i tipi (LCD/Led e OLED) e per tutti i polliciaggi.

Fanno eccezione:

  • in positivo, i TV OLED >65”, gli apparecchi televisivi più costosi che trainano l’innovazione, hanno un’obsolescenza media di 487 giorni e hanno rinnovato l’offerta di prodotti in questa fascia di mercato in maniera consistente nel corso dello YTD 2021 (obsolescenza YTD 2021 -33,1% rispetto a YTD 2020).
  • in negativo, i TV LCD\Led <=33”, che appaiono apparecchi più obsoleti ed economici, in commercio da quasi 2 anni (729 giorni in media) e per i quali i produttori e i rivenditori non hanno rinnovato in maniera consistente l’offerta di prodotti, presumibilmente per la minore domanda da parte dei consumatori.

Nello 2021, il prezzo medio degli apparecchi televisivi negli store italiani appare avere un trend definito soprattutto in relazione all’anno precedente:

  • contrazione in maniera marcata dei prezzi dei TV OLED, soprattutto di quelli ad elevato polliciaggio: TV OLED >65” costano in media €4.235, ben il 32,4% in meno di quelle in esposizione negli store nello YTD 2020
  • i prezzi delle TV LCD\Led => 55” mantengono prezzi sostanzialmente stabili rispetto a quelli praticati nello YTD 2020
  • crescono dal 13% fino ad oltre il 20%, i prezzi delle TV LCD\Led =<50”

L’evoluzione dei prezzi potrebbe essere stata influenzata dall’immissione sul mercato nel 2021 di prodotti con un prezzo più alto o più basso nei diversi segmenti di mercato analizzati. Per verificare quest’ipotesi, abbiamo analizzato l’evoluzione del prezzo solo dei 737 modelli di TV che sono stati introdotti nel 2020.

Nel dettaglio, questo è lo scenario ad oggi:

  • diminuzione di prezzo dei TV OLED di circa il 17,5%, con una elevata punta del 61,2% per i pochi TV OLED >65” immessi sul mercato nel 2020
  • decrescita di circa il 9% per gli LCD\Led =>55”
  • leggera contrazione per i TV LCD\Led da 44” a 50” (-4,7%)
  • aumento per i modelli TV LCD\Led <=43”: 16,3% per i modelli =<33” e 9,7% per i modelli da 34” a 43”