blackberrykey2

L’evoluzione si comprende subito da come si pone Flavio Ferraro: non più legato solo ad Alcatel ma come Country Manager Italia di Tcl Communication. La divisione di Tcl che si occupa di mobile technology si presenta ora con una strategia multi-brand: “ora c’è un’unica entità che promuove i prodotti creando complementarietà e segmentazione tra le gamme disponibili”, spiega Ferraro. Le linee di business sono presto dette: “Alcatel, BlackBerry e fornitori di prodotti Odm per i gestori telefonici. Sono tutti modelli diversi per posizionamento e creano sinergie senza sovrapposizioni con il resto dell’offerta. E poi subito dietro l’angolo già si vede Palm, che è un progetto a cui Tcl partecipa a livello industriale e commerciale per la distribuzione in alcuni Paesi; per l’Italia rimandiamo i ragionamenti alla prossima primavera”.

Multi-brand

“Quando si parla di portafoglio di prodotto, si creano più occasioni di business perché si possono attivare dinamiche su più tavoli e creare ampi spazi di manovra. Incrociando le strategie dei vari brand, si aprono nuove strade e si attivano nuove dinamiche per essere sempre più precisi nell’intercettare le nicchie di mercato e cogliere i trend”, spiega Ferraro. L’aspetto fondamentale, quindi, è come si posizionano i brand. Spiega il Country Manager: “L’alveo ideale del marchio Alcatel è nella fascia entro i 200 euro; dal canto suo BlackBerry porta con sé logiche di qualità, sicurezza e funzioni dedicate ai professionisti e si rivolge a utenti che sanno cosa vogliono e conoscono bene il mondo legato a questo tipo di prodotti. Dunque si posiziona più verso l’alto in virtù dell’indubbia brand value legata a BlackBerry”.

Di conseguenza si tratta di attivare una logica distributiva attenta e puntuale, che si rivolga a punti vendita selezionati capaci di valorizzare e spiegare il prodotto perché “in Italia c’è ancora una solida e nutrita base installata di smartphone BlackBerry, questo significa che esiste una base di consumatori su cui iniziare a operare. Questi utenti hanno caratteristiche ben definite: altospendenti, attenti all’ergonomia, abituati a essere assistiti e “coccolati” e vivono un’esperienza d’utilizzo diversa dagli altri possessori di smartphone”.

blackbarry key2

Chiavi di vendita

Come si propongono gli attuali modelli di BlackBerry? Giuseppe Tropeano, Channel Marketing Manager, non ha dubbi: “La qualità costruttiva e i materiali pregiati sono i due elementi chiave. A cui si somma una piattaforma, basata su Android, profondamente personalizzata per assicurare elevati standard di sicurezza e protezione dei dati personali. I Key 2 e Key 2 Le sono studiati per garantire la massima produttività in condizioni di mobilità, quindi sono perfetti per i professionisti che però non vogliono rinunciare a smartphone capaci di soddisfare le necessità di utilizzo private. I due modelli hanno posizionamenti diversi proprio per segmentare il tipo di utente”.

La tastiera è un aspettto molto importante: “Oltre a essere un elemento (anche di design) distintivo rispetto a un’offerta di mercato ormai omologata in termini di estetica, rappresenta la sintesi della focalizzazione sull’ergonomia e la semplicità di utilizzo dei BlackBerry”. Alla resa dei conti il percorso intrapreso da Tcl Communication è legato alla specializzazione: dagli smartphone ai router, passando per i tablet e la mobility nel suo senso più ampio.