cpu
pioneerdj

Il 24 giugno Microsoft ha presentato la nuova versione del suo sistema operativo (OS), Windows 11, che sarà disponibile per PC entro la fine dell’anno. Il sistema è già disponibile per il download in anteprima e Kaspersky ha scoperto che alcuni criminali informatici stanno diffondendo malware fingendosi proprio il nuovo sistema operativo Microsoft.

Per scoprire in che modo i truffatori stessero approfittando dell’impazienza degli utenti Windows, i ricercatori di Kaspersky hanno analizzato i file dannosi mascherati da aggiornamenti di Windows 11. Soltanto nel primo mese di lancio della nuova versione del sistema operativo, le soluzioni di Kaspersky hanno rilevato e impedito 850 tentativi di attacchi attraverso file con varie minacce mascherate da Windows 11.

Gli esperti di Kaspersky hanno anche messo in luce la varietà di minacce. Hanno scoperto downloader e adware relativamente innocui che le soluzioni Kaspersky classificano come non-virus; ma anche Trojan, backdoor e stealer che mirano ad ottenere le informazioni private degli utenti come le password o i cookie del browser.

Ad esempio, i ricercatori Kaspersky hanno trovato un file dannoso da 1,75 GB che a prima vista può sembrare un sistema operativo. Il file contiene molti dati inutili che non vengono utilizzati in alcun modo durante l’installazione. Nel momento in cui viene aperto avvia un programma di installazione simile ad una normale procedura guidata di Windows. Il suo scopo principale è scaricare ed eseguire un secondo programma di installazione, che effettua il set up di adware, app potenzialmente indesiderate o altri tipi di malware. La cosa più interessante è che in questo caso è l’utente stesso a dare l’autorizzazione.

“Il nuovo sistema operativo Windows 11 è una release importantissima, che attira l’interesse di molti utenti e appassionati di tecnologia. I truffatori hanno colto questa opportunità e si sono rapidamente adattati, diffondendo vari tipi di malware mascherati dal nuovo sistema operativo. Essendo impazienti di provare l’aggiornamento, è probabile che gli utenti prestino meno attenzione al processo di installazione e scarichino file da fonti di terze parti, cosa che consigliamo di non fare mai. E i truffatori sono ben felici di offrire i propri servizi”, ha commentato Anton V. Ivanov, security expert di Kaspersky.

Per evitare di scaricare file dannosi mascherati da Windows 11, Kaspersky consiglia di:

  • Diffidare delle notizie o delle offerte che riguardano il nuovo sistema operativo
  • Controllare sempre che i siti web che si visitano siano affidabili
  • Scaricare i sistemi operativi solo dagli store ufficiali
  • Utilizzare una soluzione di sicurezza affidabile, come Kaspersky Security Cloud, per una protezione completa da un’ampia gamma di minacce