Ubisoft

Sulle orme degli assassini, in attesa del nuovo capitolo Valhalla, la terza puntata della saga videogame firmata dal publisher francese Ubisoft su iGizmo.it ci porta ancor più a fondo nei meandri di Assassin’s Creed. Un viaggio in tre tappe, che ci conduce prima nella Londra vittoriana, poi nell’antico e affascinante Egitto e quindi in Grecia, culla della democrazia. Ossia dove si rivelano nuovi particolari della guerra eterna tra Assassini e Templari. 

Assassin’s Creed: in Syndicate alla scoperta della Londra vittoriana 

Ripartiamo la nostra avventura con il videogame Assassin’s Creed Syndicate. Il tester di Unity ora è un Assassino con il grado di Iniziato con la missione di usare Helix, il sistema cloud dove si rivivono le esperienze interattive confezionate attraverso ricordi genetici) per rivivere la vita di due assassini inglesi, Jacob e Evie Frye, vissuti nella Londra vittoriana e in contatto con un nuovo e potente oggetto dell’Eden, la Sindone.  Intanto si scopre che Rebecca Crane e Shaun Hastings si sono infiltrati di nuovo nella Abstergo per origliare un meeting segreto. Veniamo catapultati quindi nel 1858. Alla confraternita inglese, lontana da Londra a causa della predominanza dei Templari, viene recapitata una lettera in cui Henry Green, uno degli ultimi assassini rimasti in città, chiede aiuto. 

I “Rooks” sfidano i “Blighters”

L’ingresso sulla scena dei gemelli Frye li vede subito impegnati in due uccisioni per conto dell’Ordine, durante i quali scoprono un piano dei Templari per usare i frutti dell’Eden – uno dei quali esplode durante una colluttazione. I due partono per Londra per scoprirne di più, e qui incontrano Henry Green che crede che i due siano un aiuto inviato dall’Ordine. I tre escogitano un piano per liberare Londra organizzando una banda, i “Rooks”, per combattere i “Blighters”, al soldo di Starrick, Gran Maestro Templare. Nel presente va in scena un incontro ai vertici dell’Abstergo. A questo partecipano due nuovi Templari: Isabelle Ardant e Álvaro Gramática. Durante l’incontro si discute di rinnovare un team Templare la Squadra Sigma con il compito di rintracciare un oggetto dell’Eden. 

In lotta, quartiere per quartiere

Nel passato, Jacob e Evie continuano a liberare Londra quartiere dopo quartiere e conoscono diversi membri noti della società che li aiutano a sventare alcune minacce Templari. Dopo aver scoperto che il secondo artefatto dei Precursori, la Sindone, dovrebbe essere proprio a Londra, i due fratelli iniziano a dividersi: Evie votata alla causa, Jacob più orientato al denaro e al crimine. Stante questa divisione, Jacob cerca di minare le finanze di Starrick, Evie e Green cercano invece di individuare la Sindone.

La Sindone a Buckingham Palace

Nel presente, Giunone si è manifestata all’Iniziato al quale mostra la nipote di Jacob, Lydia, che contribuì a combattere un gruppo di Templari comandato da un Saggio posseduto dal marito di Giunone, Aita, che aveva tentato di instaurare un culto alla dea prima che Lydia lo uccidesse. Nel passato, si scopre che la Sindone è conservata in una cripta a Buckingham Palace. I due fratelli riescono a intrufolarsi con l’occasione di un gran galà, al quale partecipa anche Starrick per rubare la Sindone. Alla fine di una colluttazione, i fratelli lo uccidono, riescono a recuperare la Sindone e a porre fine al dominio Templare su Londra.  Nel presente, dopo aver visto che i Frye avevano deciso di lasciare la Sindone a Buckingham Palace, gli Assassini si recano nel palazzo londinese, ma qui trovano l’Abstergo. Ne segue una colluttazione nella quale gli Assassini perdono la Sindone. 

Assassin’s Creed: tocca a Origins con fascino dell’antico Egitto

Due anni dopo riprendiamo l’avventura prosegue con il videogame Assassin’s Creed: Origins, che vede nel presente Layla Hassan, dell’Abstergo, mettere a punto un Animus che fa rivivere i ricordi anche a un soggetto che non ha lo stesso corredo genetico del personaggio del passato. Layla vola in Egitto dove individua la tomba di due Assassini rivive le loro memorie. La donna rivive le avventure di Bayek di Siwa e della moglie Aya, egiziani, il cui figlio viene assassinato dopo che Bayek rifiuta di aprire una cripta segreta per cinque uomini mascherati.  Bayek ed Aya giurano vendetta contro i misteriosi uomini e si separano per cercarli ed eliminarli. 

Alla corte di Cleopatra

Un anno dopo, i due si ritrovano ad Alessandria, dopo aver ucciso quattro membri del gruppo, che Bayek uccide con un’arma consegnatagli da Aya, la prima lama celata, al costo del suo anulare, che viene amputato durante la colluttazione (da ciò deriva il rito di tagliarsi l’anulare, come farà Altaïr, per usare la lama). Si scopre però che questo non è l’ultimo membro del gruppo. Anzi fa parte dell’Ordine degli Antichi, una società segreta che ha conquistato l’Egitto spodestando Cleopatra attraverso suo fratello Tolomeo XIII. I cinque uccisi da Bayek e Aya sono in realtà adepti di rango minore. Sono in realtà altri quattro quelli di stirpe più elevata. Cleopatra chiede a Bayek di eliminarli e questi porta a conclusione questa missione. Dopo vari ribaltamenti di fronte, Cleopatra si allea con Giulio Cesare, dando inizio alla guerra civile alessandrina. Terminata la guerra, Cleopatra riconquista il trono e diventa faraone d’Egitto, ma sia lei che Cesare voltano le spalle a Bayek e Aya, che formano la Confraternita degli occulti, un nuovo Ordine che difenda il popolo e il suo libero arbitrio. 

Layla sotto tiro

Bayek si reca alla Tomba di Alessandro Magno, dove trova Flavio, colpevole materiale della morte del figlio. Flavio si è impossessato dello Scettro e del Globo contenuti nella tomba, artefatti della Prima Civilizzazione grazie ai quali entra nella cripta di Siwa e a carpirne i segreti. A Cirene Bayek riesce poi a sconfiggerlo, vendicando a morte di Khemu e di tutte le persone uccise dall’Ordine. Nel presente, Layla viene rintracciata e attaccata dai membri dell’Abstergo. Si difende, ma l’Abstergo uccide Deanna, sua collega. Layla giura vendetta e rientra nell’Animus; al termine dell’impresa viene raggiunta da William Miles, padre di Desmond, che le offre protezione in cambio di aiuto agli Assassini. Layla accetta di collaborare e i due partono per Alessandria.

Assassin’s Creed: con Odyssey l’avventura nella Grecia

Sono passati alcuni mesi e Layla è ormai un’agente degli Assassini e trova la lancia del re di Sparta Leonida, nella quale riconosce un manufatto della Prima Civilizzazione. Insieme a Victoria Bibeau, Layla estrae il DNA di due fratelli vissuti nel V secolo a.C., Alexios e Kassandra, e segue la storia di quest’ultima per individuare dove si trova il Bastone di Ermete Trismegisto. Kassandra è conosciuta come la “Misthios”, la mercenaria. Kassandra, primogenita di Nicolao e Myrrine, guerriero spartano e figlia di Leonida, fugge a Cefalonia dopo che il padre cerca di assassinare sia lei che il fratello. A Cefalonia la giovane viene trovata da un avido mercante, Marco, che la trasforma in una mercenaria.

Il ruolo di Kassandra

Un giorno, Kassandra viene contattata da Elpenore, che le offre un incarico da assassina: l’uccisione del “Lupo di Sparta”. Accettato l’incarico, scopre che il Lupo è suo padre Nicolao, ora divenuto un generale e padre di un figlio adottivo, Stentore, anch’egli soldato spartano. Alla fine, Kassandra lo risparmia e lui le rivela di non essere il suo vero padre e che Myrrine aveva concepito lei e il fratello con un altro uomo prima di incontrarlo. Dopo varie peripezie, Kassandra scopre l’esistenza della Setta di Cosmos, un ordine di guerrieri e politici provenienti da tutta la Grecia che ha commissionato la morte della famiglia della giovane e che vuole prendere possesso della Grecia creando il caos tra la popolazione. Incontra poi Deimos, il suo fratello minore scomparso, allevato dalla Setta e ormai un guerriero potente e senza scrupoli.

Obiettivo: la distruzione della Piramide

Kassandra attraversa la Grecia e si ricongiunge con la madre Myrrine, a capo dell’isola di Nasso dopo aver vissuto da pirata. Le rivela che il vero padre di entrambi i bambini era Pitagora, e che lei fa parte della stirpe degli Isu. Erano i discendenti della Prima Civilizzazione, dotati di forza sovrumana e del “senso dell’aquila”. Le due donne continuano a combattere la Setta, fino all’uccisione di Deimos. Dopo questo evento, che avviene per mano di Kassandra, la famiglia di ricongiunge e la giovane incontra il padre Pitagora, che le chiede di sigillare Atlantide per preservarne la conoscenza in essa racchiusa. Eliminati tutti gli adepti della Setta di Cosmos, Kassandra intende distruggere la Piramide, un artefatto nelle mani della Setta che permetteva ai membri di vedere nel futuro, usato per soggiogare la Grecia. Nel distruggerla, la Piramide le regala una visione delle battaglie future e del mondo diviso nella lotta tra Ordine e Caos. Una volta trovate le Chiavi di Atlantide, Kassandra torna da Pitagora per sigillare la città. Tale evento attiva una registrazione di Aletheia, una dei Precursori, che avverte la “Misthios” che la loro saggezza non è fatta per il genere umano e andrà distrutta per permettere agli uomini di sviluppare il loro vero potenziale. Infine, Pitagora cede il Bastone a Kassandra e poi muore.

Layla si rivela

Nel presente, Layla usa le informazioni raccolte dalla storia di Kassandra e localizza Atlantide. Qui ritrova la “Misthios”, tenuta in vita dal Bastone di Ermete. Kassandra rivela a Layla che il mondo necessita di un equilibrio continuo tra ordine, i Templari, e il caos, gli Assassini. Infatti, se uno prevalesse sull’altro, ai verificherebbe la distruzione dell’umanità. Layla le rivela di essere un’Assassina che un tempo era una Templare. Kassandra ipotizza che potrebbe essere quindi lei la chiave per l’equilibrio tra ordine e caos, come predetto nella profezia della Piramide. A questo punto la “Misthios” le consegna il Bastone e le chiede di proseguire la sua battaglia e di distruggere tutti i manufatti della Prima Civilizzazione.

Assassin’s Creed, la storia continua

Ma la storia della saga di Assassin’s Creed non è ancora finita. Per quel che riguarda la parete videogame, l’appuntamento sarà per il periodo autunno-inverno con il nuovo capitolo Valhalla, già annunciato e sbarcherà anche sulle nuove con sole Xbox Series X e Ps5. Ma anche il nostro viaggio su iGizmo.it proseguirà, con un appuntamento finale dedicato anche al film e al ricco merchandising che ruota intorno a questo franchise di successo firmato Ubisoft.

Lg-K-Series