Nessun rallentamento degli iPhone. Nonostante gli allarmi provenienti dai fornitori dei componenti dell’iPhone X (di cui vi abbiamo dato cronaca in questa notizia), Apple ha risposto con i fatti stabilendo un secondo trimestre fiscale 2018 migliore rispetto al medesimo periodo fiscale del 2017.

I fatti parlano e in questa pagina proponiamo il riassunto schematico dei dati pubblicati ufficialmente da Apple. Il Q2 2018, che si è appena concluso, ha visto aumentare volumi e ricavi rispetto al Q2 2017. A trainare sono stati iPhone e iPad (sorprendentemente in crescita rispetto al trimestre dell’anno scorso); migliorano anche i servizi, nuova linfa vitale dell’azienda di Cupertino. A contrarsi sono stati i Mac (-3% a volume) ma il posizionamento verso l’alto dei prezzi ha permesso di mantenere invariato l’apporto sul fatturato.

Certo, se si confrontano i risultati con quelli del Q1 2018 i risultati sono inferiori. Ma vanno letti e compresi i numeri. Nel primo trimestre 2018 è compreso il periodo che va dall’autunno 2017 fino all’inizio del nuovo anno, con conseguente apporto sia del periodo natalizio, sia della scia provocata dalle novità presentate da Apple. Va da sè che sono elementi perturbativi che inevitabilmente generano euforia ed elevata propensione all’acquisto, facendo innalzare volumi e valori.

Nel complesso, Apple ha generato ricavi per 61,1 miliardi di dollari nel secondo trimestre con un incremento del 16% rispetto al Q2 2017. Interessante notare che a livello internazionale le vendite sono cresciute del 65%. Dice Tim Cook, Ceo di Apple: “Abbiamo pubblicato i migliori risultati di sempre relativamente al trimestre di marzo, con aumenti considerevoli di iPhone, servizi e wearable. I consumatori hanno scelto molto più frequentemente iPhone X rispetto agli altri modelli. Inoltre, in Cine a Giappone siamo cresciuti del 20%”.

Apple ha venduto 52,2 milioni di iPhone nel trimestre che si è concluso il 31 marzo, superiore alle attese degli analisti (circa 51,9 milioni di unità previste). Il prezzo medio di vendita dei Melafonini si è attestato a 728 dollari, superiore al prezzo medio del 2017 di 655 dollari.

 

Quale futuro per l’iPhone X?