Il Wall Street Journal sembra essere il meglio informato su cosa stia avvenendo in quel di Cupertino. Secondo il prestigioso quotidiano, le vendite di iPhone Xs e Xs Max ristagnano a causa di una domanda debole e inaspettatamente fragile. Dunque la mossa che prospetta il Wsj per Apple è un ritorno alla produzione di iPhone X in virtù di un nuovo accordo con Samsung per l’acquisto di una certa quantità di pannelli Oled.

Non ci sono altre spiegazioni più o meno arzigogolate su cosa stia succedendo in Apple e sull’andamento in Borsa, dove il trend negativo non può essere imputato ad altro se non alle vendite inattese. La soluzione sarebbe dunque riprendere in mano iPhone X (per ora ufficialmente fuori produzione) e riposizionarlo a un prezzo più vantaggioso. Un po’ come era stato fatto con iPhone SE.

Il Wall Street Journal segnala inoltre che le previsioni di produzione di iPhone Xs, Xs Max e XR sono state decurtate significativamente. A soffrire in particolare è il modello XR, decisamente non “low cost” tanto che i consumatori prediligono ancora acquistare iPhone 8 (forse anche perché ha mantenuto il tasto home?). Così in Giappone Apple ha dovuto adottare mosse difensive riducendo il prezzo dell’iPhone XR nel tentativo di rilanciare le vendite.