Amazon Fire Tv Stick Basic Edition: un vero affare. La nostra recensione

Amazon_Fire_TV_Stick-581x435

In Italia è disponibile solo il modello Basic Edition, ma tanto basta per trasformare un qualsiasi televisore in uno smart Tv. Anzi, per la verità consigliamo la Fire TV Stick di Amazon con qualsiasi apparecchio perché offre una tale varietà di applicazioni e un’elevata semplicità di utilizzo che invita all’uso più dell’interfaccia sul Tv.

Il pacchetto del Fire Tv Stick è essenziale: sono incluse la scheda Hdmi (con tanto di prolunga), il telecomando e l’alimentatore Usb per mantenere accesa la chiavetta. L’installazione avviene in pochi semplici passaggi. Si inserisce il dongle nel Tv sfruttando una porta Hdmi libera, si alimenta (non utilizzare le eventuali porte Usb integrate nel televisore ma l’apposito alimentatore) quindi si accende con l’essenziale telecomando.

La Basic Edition supporta la risoluzione massima Full HD, ossia pari a 1.920×1.080 pixel. Nel nostro caso è stata collegata a un LG Oled B8 con pannello in 4K, ovviamente non sfruttati. La resa grafica è stata comunque eccellente. Inoltre, a differenza dell’Apple Tv, la Stick sfrutta il motore geometrico integrato nel televisore (l’Alpha 7 nel caso del B8) per la sezione di visualizzazione grafica.

Durante la procedura di installazione è richiesto il collegamento alla Wi-Fi e la digitazione dell’account Amazon, indispensabile per poter accedere ai contenuti. L’immissione dei caratteri avviene sfruttando il tasto multifuzione direzionale e spostandosi sulla tastiera virtuale mostrata sullo schermo: un’operazione che richiede un po’ di pazienza.

Gli altri tasti sul telecomando permettono di tornare indietro di un passo, di accedere alla home, di visualizzare il menu contestuale e di muoversi all’interno della riproduzione. Servono tutti non appena compare l’interfaccia che organizza i canali e le app in senso orizzontale, costruendo a video il mosaico di contenuti disponibili.

Amazon Prime Video rappresenta il clou, tuttavia dallo store (sostanzialmente il medesimo disponibile per i tablet Kindle Fire) sono disponibili oltre 4mila app tra giochi e Facebook o YouTube. Ci sono anche i browser. Installato di serie c’è Silk, come optional si può scaricare Firefox. Entrambi permettono un’agevole accesso ai testi, mentre con i video e il multimedia bisogna abituarsi a navigare con il telecomando spostandosi sui punti critici dell’interfaccia.

In tutte le operazioni, la Fire Stick Tv risponde rapidamente anche per merito dello storage di 8 GB con cui può ospitare sia le app, sia il buffer dello streaming video. Le altre caratteristiche tecniche comprendono il processore Mediatek quad core a 1,3 GHz assistito da 1 GB di Ram.

Non manca nemmeno il supporto gaming: grazie al Bluetooth si può configurare un joypad esterno e scaricare i titoli classici per Android.

Alla resa dei conti tra una Chromecast che dipende dallo smartphone o dal tablet per accedere ai contenuti e una Fire Tv Stick totalmente indipendente, scegliamo quest’ultima. È autosufficiente e consente di utilizzare tutte le app a cui si è abituati in formato Tv. Il limite superiore è rappresentato dall’ecosistema di Amazon, piuttosto esteso e articolato. Non mancano le app di grande richiamo: Netflix e Spotify su tutte. Al prezzo attuale in offerta a meno di 30 euro è un vero affare.