Best for iGizmo.itIl 2018 di Alcatel parte all’insegna di un rinnovamento nel design per abbracciare le più recenti tendenze stilistiche. Con il 3C si inaugura l’era dei nuovi smartphone francesi che sfoggiano display in 18:9 con bordi ridotti al minimo indispensabile e un’estetica virata alla moda. A cui si somma il logo ristilizzato: segno che il brand quest’anno ha un approccio più aggressivo e sfidante sul mercato.

L’azienda ha tanta voglia di riscatto, così propone già prodotti “forti”, caratterizzati da cura costruttiva e prezzo ben bilanciato rispetto alle caratteristiche. L’Alcatel 3C è il biglietto da visita più interessante, perché a meno di 130 euro si trovano tutti i contenuti necessari per utilizzare le principali app di messaggistica, social e navigazione, in un dispositivo elegante, alla moda e con un display eccellente per diagonale.

1Display

Iniziamo subito dal protagonista: il pannello Ips Lcd da 6 pollici con risoluzione HD+ (1.440×720 pixel) e ratio di 18:9. Vale a dire che anche con un investimento contenuto si possono apprezzare le possibilità di interagire con Android attraverso questo formato che rende lo schermo più alto che largo (rapporto di 2 a 1), così da rappresentare al meglio le app senza pregiudicare lo spazio per fare posto ai tasti virtuali.

Lo schermo è a suo agio sia con le applicazioni tradizionali sia con quelle multimediali. Buono il bilanciamento dei colori e la rappresentazione grafica degli elementi, con anche un buon angolo di visuale. Spostandosi lateralmente si nota una leggera virata scura dei colori e chiara del nero ma nulla di preoccupante e, comunque, in modo meno evidente rispetto a modelli appartenente alla medesima fascia tecnologica. Reattivo invece il touschreen, al pari di modelli ben più costosi. Alla resa dei conti, il display convince appieno ed è uno degli elementi di forza indiscussi di questo Alcatel 3C.

2Hardware

La configurazione del nuovo smartphone francese è al minimo sindacale, adeguata per la categoria di prezzo in cui si inserisce e studiata per soddisfare le necessità delle principali app social e di comunicazione. Il processore Mediatek MT8321 ha una architettura di tipo quad core Cortex-A7 (Arm v7 a 32 bit) a 1,3 GHz e processo produttivo a 28 nm. Il Soc è poi assistito da 1 GB di Ram e 16 GB di storage espandibili via microSD fino a 128 GB. La slitta dove alloggiare la memory card contiene anche i vani per le due Sim, così che si possano alloggiare le tre schede complessive senza rinunciare né all’espansione né alla doppia linea telefonica.

Completa il quadro il processore grafico Mali-400 MP compatibile con OpenGL ES 2.0 che si occupa di accelerare le app sia 3D sia 2D. Il risultato di questa impostazione è una piattaforma collaudata e affidabile, che assicura una buona autonomia grazie alla batteria da 3.000 mAh e si districa senza sforzi negli usi più comuni.

Come dimostrano i benchmark qui pubblicati, l’Alcatel 3C non è un modello per il multimedia spinto o il gaming 3D, tuttavia ha una buona riserva di potenza per supportare le applicazioni quali Whatsapp, Facebook, Gmail, Youtube, Instagram e così via. Ossia quelle più comuni e utilizzate, così come ben si presta per giochi semplici ma di uso diffuso come Candy Crush. Detta in altre parole, non avrete problemi a utilizzare le 50 app più scaricate da Google Play. Inoltre, Alcatel propone un sottoinsieme di applicazioni consigliate attraverso Apps.

3Fotocamera

Considerando il prezzo inferiore a 130 euro, bisogna ammettere che Alcatel ha fatto un buon lavoro di ottimizzazione del reparto fotografico. La fotocamera posteriore è da 8 Mpixel interpolati fino a 13 Mpixel, dimensione che figura sia nelle informazioni di scatto sia nelle app di diagnostica del sistema. L’app della fotocamera è semplice ma funzionale. Nella parte alta ci sono i comandi per accendere/spegnere Hdr, modalità autoscatto, flash e sensibilità notturna. In quella inferiore trova posto il menù a tre elementi per definire la modalità di scatto tra automatica, panoramica e social (lo schermo sarà tagliato in due o più parti per combinare due immagini istantanee così da creare una composizione creativa per il proprio profilo su Facebook).

C’è il grande tasto bianco per lo scatto affiancato da quello per la ripesa video in Full HD. La fotocamera posteriore, che sovrasta il sensore per le impronte digitali, regala non poche soddisfazioni negli scatti, anche in condizioni di scarsa luminosità. Come si vede dalle foto che vi proponiamo di seguito, le immagini risultano sempre ben scattate e con dettagli incisi. Si rileva una predilezione per i colori caldi ma in modo non fastidioso per l’equilibrio complessivo dell’immagine. Molto preciso anche il rispetto della scena originale sia come luce sia come equilibrio cromatico.

In modalità selfie, si riscontra una paritetica attenzione ai dettagli dell’immagine e a preservare l’originalità della scena scattata.

4Sistema operativo

Android 7.0 ha subito ben poche personalizzazioni, comunque sufficienti ad abbellire e semplificare l’ambiente. Le icone sono personalizzate secondo il classico stile di Alcatel, mentre l’impostazione complessiva dell’interfaccia rimane sostanzialmente aderente a quella standard del sistema operativo di Google.

Questo assicura una buona reattività nonostante la Ram ridotta al minimo sindacale, certo non bisogna esagerare con le app impegnative attive in multitasking. Android mantiene una reattività sempre soddisfacente, ricordatevi solo di utilizzare un’app di pulizia della memoria per disattivare le app meno utilizzate così da mantenere prestazioni ottimali.

5Connettività

Alcatel 3C è un telefono ben equilibrato ed equipaggiato che si affida a un reparto dual Sim di tipo 3G. Le sue prestazioni massime in download sono di 42,2 Mbps e in upload di 11,5 Mbps. Non è Lte ma serve davvero su uno smartphone di questo tipo? Tutto sommato no, perché la velocità di navigazione sulle reti cellulari è sempre all’altezza della situazione. Inoltre, con la maggiore congestione di quelle 4G, alla resa dei conti il 3G ha ancora una sua ragion d’essere sulla fascia media e bassa. Buona anche la resa telefonica, in virtù di un audio da fare invidia ad alcuni smartphone ben più costosi.

6Qualità costruttiva

Chiudiamo citando la qualità costruttiva dell’Alcatel 3C. Del display anteriore abbiamo già detto di quanto sia convincente. Rimane da confermare che anche il resto della scocca è stato al centro delle attenzioni dei designer francesi, perché la superficie posteriore in plastica leggera ha un trattamento simil-alluminio che gli conferisce una buon grip in mano. Le parti sono assemblate con la giusta cura e nonostante l’ampio uso di polimeri, non sono avvertibili scricchiolii. Piacciono il preciso sensore d’impronta posteriore e lo speaker esterno potente.

7Prezzo

L’Alcatel 3C è venduto a 129,99 euro nei colori Metallic Black, Metallic Blue (quello recensito) and Metallic Gold. Acquistandolo entro il 31 luglio 2018 si riceve un buono regalo di 30 euro per guardare i film sulla piattaforma Chili Cinema. La Gift Card inclusa nel pack che correda lo smartphone è attivabile non oltre il 30 settembre 2018. Regolamento completo su www.promo.chili.com/alcatel.

Valutazione
Alcatel 3C
85 %